Cinzella Festival: la kermesse esperienzale!

 

Col Cinzella Party è partita la manifestazione artistica che nei prossimi giorni animerà le Cave di Fantiano con musica, live, cinema e talk. E a Ferragosto Diodato in concerto.
pubblicato il 11 Agosto 2020, 12:05
12 mins

Atmosfera prettamente estiva, vacanziera, rilassata, in uno scorcio di Grottaglie, a ridosso del Castello Episcopio (che sottolinea che non è necessario andare sul versante adriatico barese o nel Salento più in auge per una serata piacevole), che l’associazione  Afo6 racconta la prossima edizione del Cinzella Festival. Un party con chiacchiere
e musica con dj-set, un incontro tra amici, accolti dal caffè letterario Casa Merini che racconta una nuova svolta agli anni del siderurgico, sull’onda dell’ospitalità culturale.

Con il direttore artistico Michele Riondino parliamo anche della spinta ecologica che sottende la kermesse: “Bisogna distinguere tra l’ecologismo estremo ed il buon senso. Noi portiamo avanti il buon senso che è quello della promozione di un territorio che è stato usurpato, violentato. Noi difendiamo ciò che è rimasto di sano e ce n’è rimasto ancora tanto. Lo difendiamo con gli eventi culturali, che è ciò che sappiamo fare meglio, con la creazione della bellezza.”

E a questo progetto iniziano ad interessarsi anche sponsor di caratura nazionale, indicando che l’associazione ‘sta facendo rumore’ nel modo giusto, sempre affiancati al main sponsor che rimane Birra Raffo.

Cosa vi aspettate da questa edizione?: “Che la gente apprezzi quello che siamo riusciti a tirar su, nonostante le limitazioni. Non sarà un festival normale, sarà diverso, non meno bello ma particolare. Mi piace sottolineare la parola esperienza, sarà un’esperienza vivere un concerto in maniera personale come quella che andremo a fare per seguire le direttive dell’anti-Covid.”

Chiuderete il Festival con il botto, perché Diodato farà finalmente un concerto da noi. Ha un senso particolare la sua presenza? “Certo, sia perché Antonio ha scelto lui di venire al Cinzella, piuttosto che andare in altri contesti, dove magari avrebbe anche guadagnato di più. E questo dà la dimensione di quanto Antonio tenga al progetto di Afo6, del Cinzella, al territorio; lui voleva essere dei nostri e noi non abbiamo fatto altro che aprire le braccia e accoglierlo.”

Le Cave di Fantiano da domani 11 agosto e fino al 15 ospiteranno gli eventi che continuano sul solco già tracciato del cinema, dei dibattiti e ovviamente della musica, alcuni dei quali saranno gratuiti, pochi ancora il biglietti da acquistare nel circuito dedicato shorturl.at/yBDW9

12 e 13 agosto: CINZELLA “IMMAGINI”

12 AGOSTO
A partire dalle 20.00: TALK Michele Riondino incontra Alessandro “Asso” Stefana, chitarrista italiano che ha collaborato con: Pj Harvey, Mike Patton “Mondocane”, Vinicio Capossela, Marc Ribot, Joey Burns (Calexico), Alessandro Alessandroni, John Parish, Gary Lucas, Dan Fante e molti altri.

A seguire, PROIEZIONE “PJ Harvey : A dog called Money”, di Seamus Murphy ( Gran Bretagna – Irlanda, 94 ‘ ) Sinossi: PJ Harvey ha accompagnato più volte il fotografo irlandese Seamus Murphy nei suoi viaggi, in Afghanistan, Kosovo e a Washington DC. Dai suoi appunti ha tratto spunti per il disco “The Hope Six Demolition Project”. Il film è l’unione della musica della Harvey e delle immagini di Murphy.

TALK Michele Riondino incontra Gabriella Nobile (scrittrice) : presentazione del libro “I miei figli spiegati ad un razzista” – Feltrinelli Editore
Questa è la storia di una coppia bianca con due figli neri. Difendersi da soli è molto difficile. Per questo Nobile ha fondato “Mamme per la pelle”.

PROIEZIONE:Dark City Beneath The Beat”, di TT The Artist (Usa 2019 – 65′ – Documentario Musical). In chiusura di serata, il live di Guano Padano plays Morricone “The movie soundtracks concert”_ Da Morricone a Bob Dylan : il power trio composto dal chitarrista Alessandro “Asso Stefana (Vinicio Capossela, PJ Harvey), dal batterista Zeno de Rossi (Vinicio Capossela) e dal bassista Danilo Gallo, forte di collaborazioni con personaggi quali Mike Patton, Calexico e Bill Frisell, è pronto per portare dal vivo un nuovo spettacolo che rivisita alla loro maniera le musiche di film storici che hanno segnato un’epoca, dai western firmati Morricone a Tarantino, passando per le composizioni di Nino Rota e Bob Dylan.

13 AGOSTO
Dalle ore 20.00 : TALK_ Michele Riondino e Massimo Causo incontrano Marc Collin, regista del film e musicista della band Nouvelle Vague.

A seguire, PROIEZIONE : “Le Choc du Futur”, di Marc Collin (Fr. 2019 – 84′ – Finzione) È l’opera prima di Marc Collin, che è soprattutto un musicista, compositore di musica per film e produttore discografico francese, noto come fondatore, con Olivier Libaux, del progetto Nouvelle Vague. TALK_ Michele Riondino e Massimo Causo incontrano Giorgio Testi e Lorenzo Zippel (registi di “LIBERI E PENSANTI”)

PROIEZIONE di “Liberi e Pensanti : Uno Maggio Taranto” di Giorgio Testi, Francesco Zippel, Fabrizio Fichera ( 95’ ). Nella narrazione si innescano gli interventi artistici di attori e musicisti che fanno da amplificatori alla storia: ElioGermano, Carolina Crescentini, Zerocalcare, Ghemon, Vinicio Capossela, Piero Pelù, Brunori Sas, Samuel, Manuel Agnelli, Rodrigo D’Erasmo, Niccolò Fabi, Negramaro, Elisa, Coma_Cose, Mama Marjas, Gabriella Martinelli, Fabio Rondanini, Diodato. Arricchiscono il film le testimonianze degli studiosi di ecologia politica e storia ambientale Stefania Barca e Emanuele Leonardi, attualmente impegnati nella stesura del Green New Deal for Europe.

In chiusura di serata il live di MAMA MARJAS feat. DON CICCIO
Mama Marjas, la regina della Black Music in Italia. Dai suoi esordi nel 2009 nei diversi club Londinesi, ha fatto tappa a Miami, a Los Angeles, al Womex in Grecia, allo Sziget in Ungheria, al Colors of Ostrava in Repubblica Ceca, al Meyouzik Festival in Lussemburgo. Il suo live show abituale è un travolgente viaggio ritmico attraverso tutte le sonorità di madre Africa, dal reggae roots e dancehall alla soca, al kuduru, all’hip hop, al blues e alla soul music. DON CICCIO, pioniere della musica reggae in Italia e fondatore e general manager dell’etichetta di black music italiana Love University Records, è il Dj ufficiale e produttore di Mama Marjas

14 e 15 agosto: CINZELLA “MUSICA”

14 AGOSTO
Ore 21 circa_ Andrea Laszlo De Simone
Dopo l’esordio di “Uomo Donna” e il successo di “Immensità”, Andrea Laszlo De Simone torna dal vivo per pochi e speciali appuntamenti estivi. Sul palco nove musicisti in un concerto immersivo, un’orchestra mista tra synth, elettronica, cori, archi e fiati, un intreccio di strumenti classici e moderni: una versione contemporanea della musica da camera proprio come “Immensità” ripropone il concetto di suite. “Immensità”, uscito nel novembre 2019 per 42 Records e nel 2020 in Francia, UK, USA, Canada e Belgio per Ekleroshock/Hamburger Records è un’opera complessa che lega musica e immagini, divisa in quattro capitoli ma fruibile anche in una sola traccia, come un’unica sinfonia.

A seguire: Bud Spencer Blues Explosion
Le infuocate performance dal vivo della formazione romana sono rinomate: per BSBE ogni sera è diversa da quella prima, può succedere di tutto, i brani si allungano, mutano forma e prendono strade diverse rispetto ai dischi. I Bud Spencer Blues Explosion sono oggi Adriano Viterbini: Chitarra, Voce, Basso, Ngoni, Piano e Organo. Cesare Petulicchio: Batteria, Percussioni, Glockenspiel. Dopo dieci anni vissuti on the road, con centinaia di concerti in Italia ed Europa, Adriano Viterbini e Cesare Petulicchio tornano in duo. Ritornano alle origini del loro sound, recuperando l’essenza e la potenza che li hanno da subito caratterizzati come il duo rock più famoso d’Italia. L’ultimo album “Vivi Muori Blues Ripeti” (2018) è stato seguito da un tour di successo che li ha visti raccogliere l’entusiasmo e l’accoglienza di un pubblico sempre crescente e un ampio consenso da parte della critica.

15 AGOSTO
Ore 21.30 circa Diodato (data unica in Puglia)
Dopo alcuni mesi in cui il mondo sembra essersi fermato, si torna a respirare l’arte, a dialogare tra di noi con nuovi codici e DIODATO ha deciso di portare dal vivo il suo nuovo album “Che vita meravigliosa” (Carosello Records) insieme a molti altri brani del suo repertorio. Nascono così i CONCERTI DI UN’ALTRA ESTATE, che porteranno Diodato nelle magnifiche Cave di Fantiano di Grottaglie, nel rispetto delle regole attuali.

Il 2020 è l’anno della consacrazione per DIODATO: ha vinto con “Fai Rumore” il Festival di Sanremo 2020, il Premio della critica Mia Martini Sanremo 2020, il Premio Sala Stampa Radio Tv e Web Sanremo 2020 e il Premio Lunezia. L’8 maggio gli è stato assegnato il premio David di Donatello “Miglior canzone originale” per il brano “Che vita Meravigliosa”, scritto da Diodato per il film “La Dea Fortuna” di Ferzan Ozpetek, affermandosi come unico artista italiano solista ad aver vinto sia il Festival di Sanremo che il Premio David, per di più nello stesso anno e con due canzoni diverse, entrambe contenute nel disco “Che vita meravigliosa”. Il brano è anche candidato ai Nastri d’Argento.
Il 16 maggio, per lo show “Europe Shine a Light – Accendiamo La Musica”, l’artista ha riacceso le luci dell’Arena di Verona, vuota, tricolore e maestosa, con la sua “Fai Rumore” in una versione inedita arrangiata per l’occasione. Un’esibizione speciale nel segno dell’unione, della cultura, dell’arte e della bellezza con cui Diodato ha voluto omaggiare, arrivando a colpirne il cuore, l’Europa intera.

Dopo il successo di “Fai Rumore”, certificata disco di platino, il 22 maggio è uscito il nuovo singolo, “Un’altra estate”, l’inedito scritto in lockdown, tormentone alternativo e tra i brani più suonati in Italia. Nel videoclip, Diodato racconta la fine di un tempo sospeso simboleggiato dall’apertura delle pareti di una grande scatola che lo fa tornare a respirare.

Foto Diodato: Mattia Zoppellaro

Condividi:
Share
Laureata in Lettere Moderne. Giornalista. Ha partecipato al Corso di Giornalismo dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia. 2 figli. Ha lavorato per alcune emittenti televisive locali: Videolevante, Studio 100, Telerama, Jotv, Tele.5 (in qualità di direttore). Ha collaborato con Taranto Sera, Voce del Popolo, Paese Nuovo (allegato de L'Unità), Pigreco, Tarantoggi, Primaveraradio (circuito Popolare Network), Magazine (in qualità di direttore), Edili, Radiocittadella. Ha curato numerosi uffici stampa, tra cui il Comune di Lizzano e l'Associazione Musicale della Magna Grecia, Magna Grecia... il Premio (Provincia di Taranto), Crest, VIALIBERA. Ha condotti programmi televisivi e radiofonici.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)