Ci ha lasciati l’indimenticabile Sandro Quaranta

 

A darne notizia gli amici e i compagni della Cooperativa Robert Owen
pubblicato il 05 Agosto 2020, 19:00
2 mins

“Riuscire a raccontare Sandro da soli è compito impossibile. Ognuno di noi, come ognuno che abbia avuto la fortuna di incontrarlo nella vita, conserva un pezzo più o meno grande della sua straordinaria esistenza, della sua intelligenza perfetta, della sua ironia sempre alla portata anche nei momenti più difficili, della sua generosità rara, della conoscenza complessa e allo stesso tempo pratica delle cose del mondo, della storia, della letteratura, della chimica, della fisica, della matematica, dell’economia, della politica, dell’artigianato, dell’agricoltura, dell’elettrotecnica e dell’idraulica, delle sperimentazioni in ogni campo, dell’amore per la bellezza, l’onestà e la giustizia, per la quale sarebbe stato pronto a combattere e dare la propria vita. La sua curiosità, la forza dell’ascolto del prossimo e l’attenzione lasciavano sbalorditi coloro che lo incontravano: intellettuali, artisti, politici, ragazzi, persone di successo o in difficoltà”. Con queste profonde e bellissime parole, la Cooperativa Robert Owen ricorda e saluta Sandro Quaranta, deceduto lo scorso 3 agosto, per una serie di complicazioni cardiologiche, dovute ad una caduta.

Sandro Quaranta è stato per tantissimi anni uno dei protagonisti delle tantissime attività che hanno contraddistinto e continuano a contraddistinguere ancora oggi la cooperativa, uno spaccato di umanità, solidarietà, incontri culturali e umani di elevato spessore in quel di San Giorgio Jonico.

Per questo motivo la cooperativa ha invitato “chi vorrà dedicargli un pensiero, una lettura, un canto, un libro, una canzone, un aneddoto, un semplice ricordo per salutarlo assieme dal 4 agosto 2020 dalle 17 in poi alla Cooperativa Robert Owen e sino alle 18 di oggi. Per chi vorrà scriverci o non potrà esserci è comunque a disposizione questa pagina e l’email [email protected] Grazie a tutti”.

E in queste ultime 48 ore sono state tantissime le persone che hanno voluto ricordare Sandro. Decine e decine i messaggi di ricordo, solidarietà, speranza, inviati alla Cooperativa.

Per ricordare al meglio Sandro e descriverlo a chi non lo conoscesse, rimandiamo alla lettura di questo articolo del collega Gino Martina de ‘la Repubblica‘.

(leggi l’articolo https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/08/04/news/e_morto_sandro_quaranta_anima_della_cooperativa_sociale_robert_owen_nel_tarantino-263730812/)

Condividi:
Share
Gianmario Leone, nato a Taranto il 2/1/1981, laureato in Filosofia, docente di Storia e Filosofia, per 8 anni opinionista del quotidiano "TarantoOggi" nel settore, ambiente, politica, economia, cultura e sport, collaboratore e referente per la Puglia dal 2012 de "Il Manifesto" e del sito "Siderweb", collaboratore dal 2011 al 2015 del sito di informazione ambientale www.inchiostroverde.it. Ha collaborato nel corso degli anni anche con altre testate on line o periodici cartacei come 'Nota Bene' e 'LiberaMente' ed è un'opinionista di "Radio Onda Rossa" e "Radio Onda d'urto". Collabora con Radio Popolare Salento. Dal 2008 al 2012 ha lavorato per l'agenzia di stampa "Italiamedia". Ha contribuito alla realizzazione del lungometraggio 'Buongiorno Taranto' e al docufilm 'The italian dust'. Nel dicembre 2011 ha ottenuto il “Riconoscimento S.o.s. Taranto Chiama”, "per il suo impegno giornaliero d’indagine e approfondimento sui temi ambientali che riguardano la città". Nel febbraio del 2014 invece ha ottenuto il premio dei lettori nel "Premio Michele Frascaro, dedicato al giornalismo d’inchiesta", indetto dalle Manifatture Knos e patrocinato dall’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti , attribuito in base al voto on line, per la sua inchiesta sul progetto “Tempa Rossa” (Eni), che racchiudeva gli articoli scritti tra il 2011 e il 2012.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)