Istituita a Taranto la festa del Santissimo Crocifisso

 

E' stata fissata per il 14 settembre, giornata in cui ricorre l’Esaltazione della Santa Croce
pubblicato il 02 Agosto 2020, 08:24
4 mins

“La comunità parrocchiale si prepara a vivere la prima festa del Santissimo Crocifisso perché possa diventare un momento di grazia per l’intera comunità diocesana e cittadina”, così don Andrea Mortato, alla guida dell’omonima parrocchia-santuario, commenta con soddisfazione, nella pagina facebook della comunità, il decreto dell’arcivescovo mons. Filippo Santoro, che accoglie la sua richiesta di istituire in città la festa del Santissimo Crocifisso, fissata per il 14 settembre, giornata in cui ricorre l’Esaltazione della Santa Croce. Non ci saranno, data la perdurante emergenza sanitaria, manifestazioni esterne, tutte rinviate al prossimo anno con l’auspicabile ritorno alla normalità, ma un intenso programma di celebrazioni liturgiche e momenti culturali di un certo interesse.

Così si legge nel decreto dell’arcivescovo: “Nella nostra città di Taranto il culto e la devozione al Santissimo Crocifisso è radicato nel sentire religioso del popolo che da sempre ha venerato la Sacra Effige del Cristo detto “Miracoloso”, venerato nell’omonima chiesa parrocchiale. Il 3 maggio 2013 con Bolla arcivescovile ho avuto la gioia di elevare, con il titolo di Santuario, la chiesa parrocchiale, già denominata di San Giovanni di Dio. La suddetta parrocchia è stata retta per un lungo periodo dai Carmelitani che hanno promosso lodevolmente, secondo il proprio carisma di fondazione, il culto verso la Santa Vergine del Monte Carmelo”.

Così si legge ancora: “Accogliendo pertanto la richiesta fatta dall’amministratore parrocchiale don Andrea Mortato, in data 26 giugno 2020, nella quale si metteva in evidenza la necessità e l’opportunità di poter avere sia per la parrocchia, come per la città di Taranto e la nostra diocesi una festa liturgica propria per onorare e, nello stesso tempo, promuovere il culto al Santissimo Crocifisso. Pertanto, con il presente Decreto si concede e si istituisce per il 14 settembre la festa del Santissimo Crocifisso, giorno nel quale, nella Chiesa universale, si celebra la festa dell’Esaltazione della Santa Croce”.

Nell’ambito dei festeggiamenti ci sarà anche la ripresa delle aggregazioni della confraternita del Santissimo Crocifisso e Purgatorio, di cui è commissario arcivescovile il prof. Giovanni Mortato. Per informazioni e iscrizioni, rivolgersi in segreteria, aperta, nei locali parrocchiali, il giovedì dalle ore 19 alle 20.

La confraternita è dotata di abito di rito composto da mozzetta marrone (lo stesso colore del saio dei carmelitani), camice e cappuccio bianco, cingolo alla vita e l’immagine del Crocifisso sulla mantellina. Quest’ultima originariamente era di color cinerino e aveva sul lato sinistro un crocifisso di legno che col tempo venne scucito e portato in mano dai confratelli durante le processioni. Quello del SS.Crocifisso-Purgatorio è uno dei più antichi sodalizi della nostra città, risalente al 1585, come risulta da una pergamena con sigillo di papa Sisto V, con il nome originario di “SS.Crocifisso e Concezione”. Per lungo tempo la confraternita dispose di un oratorio in un locale prospiciente la cattedrale di San Cataldo e organizzava nel mese di maggio la processione del Crocifisso che partiva dalla stessa basilica. Molte le personalità di un certo livello che vi aderivano, fra cui il defunto procuratore della Repubblica Giovanni Massagli.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)