Il Castello Aragonese ospiterà il Trofeo Città di Taranto

 

Nel corso dell'evento, organizzato dalla palestra Quero-Chiloiro, il pugile tarantino Attolino affronterà il suo terzo match tra i professionisti.
pubblicato il 30 Luglio 2020, 08:09
4 mins

Questo 2020, in cui la Quero-Chiloiro festeggia il suo cinquantesimo anno di attività, ha messo a dura prova un po’ tutti, anche la boxe, che si è dovuta fermare e che, finalmente, dopo mesi, torna sul ring.

Quello organizzato dalla società del maestro benemerito Vincenzo Quero, sabato 8 agosto, sarà così il primo evento pugilistico in tutto il territorio pugliese dalla ripresa, l’irrinunciabile Trofeo “Città di Taranto” che il manager della Quero-Chiloiro Cataldo Quero ha voluto a tutti i costi regalare agli amanti del pugilato jonico, ai suoi atleti e alla sua città.

Le porte rimarranno chiuse purtroppo, come previsto dal protocollo federale relativo alle attività sportive agonistiche attivato a seguito dell’emergenza sanitaria rispettato con estremo rigore dalla società tarantina, ma le luci saranno proiettate sul ring che sarà possibile vedere grazie alla diretta streaming trasmessa dal canale internet www.jotv.it e che brilleranno in una location del tutto eccezionale che per la seconda volta ospiterà la grande boxe.

Il XIV trofeo Città di Taranto, patrocinato dalla Provincia e dal Comune di Taranto nella figura della consigliera comunale Carmen Casula, si svolgerà su gentile concessione della Marina Militare  e grazie alla simpatia che l’ammiraglio Salvatore Vitiello nutre per il pugilato, nella bellissima cornice del Castello Aragonese, uno dei siti più suggestivi del territorio tarantino, che ospiterà i pugili delle società pugliesi che si confronteranno in 10 match di boxe olimpica con il clou, nel mezzo della serata, del match professionistico del tarantino Cosimo Attolino, il peso medio della Quero-Chiloiro che ha già infuocato il ring nei suoi primi due match nei “grandi” con due belle vittorie sui piemontesi Elce e Sciortino; per questo appuntamento Attolino incontrerà Guerino D’Agostino della Pugilistica Di Natale di Teramo, che sarà accompagnato all’angolo dal maestro veterano Eugenio di Natale. Il pugile tarantino si dovrà confrontare con un classe ’90, che si presenta con un record da dilettante di 54 match e da due da professionista

Cosimo Attolino è uno degli atleti della Quero-Chiloiro che ha iniziato a sognare da piccolino, a soli otto lungimiranti anni, quando ha deciso di imparare il pugilato. E si ritrova a ventidue anni a fare ancora la boxe, tra i “grandi”.

Classe ’98, il peso medio Attolino vanta un record di 44 match da dilettante di cui 34 vittorie, 3 pari e 7 sconfitte, l’oro alla Coppa Italia giovanile nel 2011, la medaglia di bronzo ai campionati italiani schoolboy nel 2012, il primo posto al torneo nazionale azzurrini Ermanno Marchiaro nel 2013 e la medaglia d’oro al torneo nazionale youth Albero Mura nel 2015, inoltre, la maglia azzurra in diversi match internazionali. Il passaggio fortunato nei pro lo ha visto poi protagonista nel 2019 di due vincenti match con due pugili piemontesi, il primo nel mese di maggio con Roberto Elce al Trofeo Masseria Ruina mentre il secondo, sempre sulla “piazza tarantina”, al Città di Taranto di luglio con Ruben Sciortino. Dopo una lunga attesa e uno stop forzato, durante i quali il fighter tarantino non hai mai smesso di allenarsi, dimostrando una passione per la boxe sempre più accanita, arriva il terzo match in programma per il XIV trofeo “Città di Taranto.”

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)