Leonardo, riavviata trattativa nazionale per l’integrativo di gruppo

 

Incontro tra le segreterie nazionali e territoriali FIM-FIOM-UILM unitamente alle RSU e il Gruppo in Leonardo One Company
pubblicato il 29 Luglio 2020, 18:21
4 mins

“Nella giornata odierna la direzione aziendale Leonardo, le segreterie nazionali e territoriali FIM-FIOM-UILM unitamente alle RSU delle delegazioni trattanti, hanno ripreso la trattativa dell’integrativo di Gruppo in Leonardo One Company, interrotta nel febbraio scorso a causa della pandemia Covid-19″. E’ quanto dichiara Claudio Gonzato, coordinatore Leonardo per la Fiom-Cgil nazionale.

“Le parti hanno sottoscritto l’intesa per il PDR 2020 in continuità con l’impianto precedente, allungando la vigenza dell’integrativo fino al 2022, con il riconoscimento da subito di una parte degli aumenti collettivi (superminimo collettivo per gli anni 2020-2021 con arretrati da inizio anno) e la conferma degli aumenti concordati a dicembre 2019 per il nuovo PDR e i relativi consolidamenti (470 euro nel 2021e 850 euro nel 2022). Inoltre, è stato definito l’impegno alla ripresa delle attività dopo la chiusura estiva, di concludere l’integrativo entro la fine dell’anno in corso, portando a termine i capitoli ancora aperti” ha detto ancora Gonzato.

“Pur in presenza di un quadro industriale che ha risentito della crisi legata al Covid-19, e che tuttora persiste soprattutto nelle divisioni legate al trasporto aereo civile, la ripresa della trattativa è un segnale importante per i lavoratori e per la contrattazione sindacale a livello generale. Nella giornata di oggi è stata anche chiusa un’intesa che consente per il momento di scongiurare l’uso di ammortizzatori sociali, nonostante le difficoltà e le dissaturazioni delle attività produttive per i prossimi anni, come abbiamo da sempre evidenziato – conclude -. A tal riguardo è necessario e non più rinviabile, soprattutto per le realtà del Mezzogiorno, le più impattate in questo momento, aprire un tavolo con il Governo per indirizzare e gestire le ingenti quantità economiche presenti, per il rilancio industriale del settore dell’aerospazio nel nostro Paese”.

“Importante sottolineare che ancora una volta è stata riaffermata l’importanza e  la solidità di soluzioni condivise fra azienda e OO.SS. e grazie a questo modello si è riusciti a gestire con equilibrio anche i momenti più critici della pandemia. Oggi a distanza di qualche mese e sulla base degli elementi che si avevano a disposizione, si è stabilito di sottoscrivere un accordo col quale regolare fino a settembre  la gestione delle insaturazioni su Aerostrutture nei vari siti e salvaguardando  le retribuzioni dei  lavoratori”: è quanto si legge in una nota della Uilm nazionale.

“Segnale importante verso la conclusione positiva del rinnovo dell’integrativo è lo sblocco dell’aumento stabilito per il Superminimo Collettivo non assorbibile con effetto gennaio 2020 e arretrati nel cedolino di settembre. Nella consapevolezza che il contesto generale presenta ancora diverse criticità si è deciso di spostare a gennaio 2021 la decorrenza dell’Integrativo con gli incrementi già concordati. Ancora non abbiamo a disposizione i dati della semestrale ma noi della Uilm Nazionale, insieme ai Territori e a tutte le RSU riteniamo  che questa modalità di gestione delle difficoltà consentirà a Leonardo di diventare ancora più forte poiché potrà contare sulla coesione  di tutti i lavoratori” prosegue la nota.

“Fondamentale in questa fase continuare nella stessa direzione, e con altrettanta forza continueremo a chiedere il rilancio di un settore, quello dell’Aerospazio, valorizzando non solo le tante competenze interne, ma facendo proseguire il percorso intrapreso dalla Leonardo, diventare aggregatore di una filiera che non ha eguali in altri Paesi, che ora deve essere sostenuta da iniziative governative e che può esprimere compiutamente il ruolo che si è riguadagnato nel mondo”, concludono dalla Uilm Nazionale.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/07/28/leonardo-grottaglie-uilm-futuro-solo-con-diversificazione-produttiva/)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)