Taranto, armi e stupefacenti: preso giovane insospettabile

 

pubblicato il 27 Luglio 2020, 12:53
2 mins

Un giovane incensurato di 26 anni è finito nella rete dei Falchi della Squadra Mobile di Taranto che nella sua abitazione, nel corso di una perquisizione effettuata al termine di una accurata attività di polizia giudiziaria, hanno trovato quasi un chilogrammo di marijuana, 300 grammi di hashish, pistole clandestine e munizioni.

Da qualche tempo, l’uomo era finito sotto la lente degli agenti: il sospetto era che fosse “corriere della droga” dedito, in particolare, a trattare marijuana e hashish, che provvedeva anche a smerciare a piccoli pusher di questo capoluogo.

Iniziarono, così, una incalzante attività sul territorio, fatta di appostamenti e di servizi di osservazione, nel corso della quale i poliziotti hanno ricostruito minuziosamente i suoi spostamenti. Il giovane, più volte al giorno, si spostava dalla propria abitazione, in via Diego Peluso, per raggiungere un appartamento in via Crispi, dove si intrattieneva per pochi minuti.

Estendendo le ricerche all’altro immobile i poliziotti hanno trovato numerosi involucri contenenti infiorescenze di marijuana per un peso complessivo di circa 1 chilogrammo, circa 300 grammi di hashish oltre a tutto il materiale necessario per il confezionamento dello stupefacente (un bilancino elettronico di precisione, rotoli di pellicola trasparente e di alluminio, bustine di cellophane ecc.).

La perquisizione consente di ritrovare anche una pistola clandestina modello GLOCK 9 mm, due revolver e circa 60 proiettili. Il materiale rinvenuto è stato quindi sequestrato e il giovane viene tratto in arresto per i reati di detenzione di armi clandestine e di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, dopo le formalità di rito, tradotto presso la locale Casa Circondariale.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)