C’è ancora vita sul pianeta Giove?

 

Alla luce degli ultimi accadimenti giudiziari che hanno coinvolto il massimo esponente del Taranto FC 1927, i dubbi sul futuro calcistico si moltiplicano.
pubblicato il 26 Luglio 2020, 16:59
3 mins

Non possiamo ignorare ciò che sta succedendo attorno all’attività imprenditoriale del presidente del Taranto FC 1927, Massimo Giove (maxi sequestro preventivo di beni da parte della Guardia di Finanza, su ordinanza del G.I.P. del Tribunale di Taranto, per un valore di quattro milioni di euro in contestazione di presunti reati fiscali). Non possiamo mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi e parlare in questo momento così delicato, come se nulla fosse, di trattative di mercato, di ritiro pre-campionato, di accordi con circuiti televisivi per irradiare in diretta le partite del Taranto.

Ora più che mai è il caso di restare sul pianeta terra per capire se c’è ancora vita sul pianeta Giove. Già perchè in questi anni il numero uno del Taranto FC 1927 srl ha vissuto su un pianeta tutto suo sfidando qualsiasi legge terrestre sia per quanto riguarda le gestione della comunicazione ed i rapporti con il mondo ad esso correlato, sia per quanto concerne l’organizzazione societaria.
Gli interrogativi sono tanti e le uscite pubbliche degli ultimi mesi non sono servite a schiarire l’orizzonte.

Il Taranto FC 1927 srl è in mano ad una  Fiduciaria? Il Taranto FC 1927 srl ha un bilancio sano? Il Taranto perchè non ha più perfezionato l’accordo con Pagni? Il Taranto è in grado di firmare una convenzione per l’utilizzo dello stadio Iacovone per il prossimo anno? E sopratutto alla luce degli eventi degli ultimi giorni, il Taranto attuale, il cui amministratore unico è Massimo Giove, è in grado di sostenere il peso economico di un campionato di serie D, gravato tra l’altro dalle incertezze sugli introiti economici causati dal Covid leggasi alle voci incassi e sponsorizzazioni? Domande lecite, ora più che mai, innanzi a tal evidenza. Domande alle quali sarebbe lecito rispondere. Al momento tutto tace….

Per qualcuno notiziare dell’avvenuta iscrizione al campionato Dilettanti da parte del Taranto può essere un fatto giornalisticamente rilevante. E forse, alla luce di quanto accaduto in questi giorni, a sto giro non si sbaglia.
E allora se c’è ancora vita sul pianeta Giove si inviino segnali al pianeta Terra, perchè a questo punto la diffidenza di tre tifosi su quattro, nei confronti dell’ennesimo progetto sportivo presentato, non può essere causato dai “soliti” umori cangianti di una piazza che si è lentamente disamorata da questo modo di fare calcio.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)