‘Frange’ di Ezia Mitolo presentato a Lecce

 

pubblicato il 25 Luglio 2020, 10:59
6 mins

Lunedì 27 luglio alle ore 19,00 nell’ambito della rassegna Extra Convitto promossa dal Polo Biblio-Museale di Lecce e da Regione Puglia-Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, sarà presentato al pubblico il primo libro di poesie e disegni dell’artista tarantina Ezia Mitolo “FRANGE. Disegni parlati” pubblicato nel mese di aprile 2019 da [email protected] Casa Editrice & Libraria.

Dialogheranno con l’autrice: Antonella Lippo giornalista e storica dell’arte, Lorenzo Madaro docente di Storia dell’Arte, Accademia di Lecce e l’editore Domenico Sellitti.

Una raccolta di quaranta poesie, che l’autrice ha prodotto lungo la sua importante carriera nelle arti visive, espressamente legate a oltre quaranta disegni, realizzati su carta per questo specifico progetto editoriale.

FRANGE è una monografia che presenta un suo nuovo e finora inedito livello espressivo: la scrittura poetica, che non manca di essere accompagnata da immagini.

Il volume si inserisce nella Collana Chicchi del Melograno e presenta contributi critici della poetessa Mara Venuto e delle storiche dell’arte Luciana Cataldo e Cristina Principale.

Dalla sinossi: “Vivi di pancia, petto, mani, del rosso dell’amore, del rosso del sangue, del nero vomito dell’assenza, nel movimento infinito del tempo.  I sogni non finiscono, mai. E ridi sempre, se non riesci a realizzarli tutti: sarai bellezza e potenza, più di prima. Quanto siamo brutti quando piangiamo a lungo? Ogni linguaggio espressivo ha la sua verità, il giusto vestito di quell’ansia, di quell’emozione urgente, che spinge per essere fermata in una parola, un’immagine, in un segno grafico, una scultura.

Una raccolta di poesie e disegni, inscindibili, disegni parlati, voci disegnate: ogni poesia ha la sua faccia. Parola e linea insieme, proseguimenti selvaggi intrecciati di pulsione che trabocca. Frange  libere che si muovono, fluttuano, si aggrovigliano, si propagano avviando nuovi inizi. Il finale è che non finisce.”

Il libro è possibile ordinarlo in tutte le librerie italiane o direttamente alla [email protected] Casa Editrice e Libraria inviando un’e-mail a: [email protected] .
È possibile inoltre ordinarlo online tramite i principali Bookstore.

Note biografiche dell’autrice
Ezia Mitolo è scultrice di formazione, allieva in Puglia dei maestri Francesco Somaini e Nicola Carrino all’Accademia delle Belle Arti di Bari. Negli anni 1989 e 1994 è a colloquio con la grande scuola alla Fondazione Antonio Ratti di Como per le due edizioni del “Corso Superiore di Disegno” curate da Francesco Somaini e Giuliano Collina con Arnulf Rainer , George Baselitz , Karel​ Appel e Anish Kapoor in qualità di visiting professors. E’ premiata in entrambi le edizioni.

Nel 1998 vince il primo premio della sezione giovani di Art&Maggio Arena Puglia e realizza la sua prima personale in una galleria di Milano, dove si trasferisce a vivere. Nei primi anni del 2000 sposta il suo studio a Roma e partecipa alla XIV Quadriennale di Roma e a successive mostre nazionali e internazionali – tra le altre a Parigi, Praga, Vienna ed Edimburgo. Negli anni ha collezionato numerose altre partecipazioni a mostre e fiere, fino al recente ingresso nel MarTa, Museo Nazionale Archeologico di Taranto e nell’Archivio Italiano dell’Autoritratto Fotografico del Musinf di Senigallia.

Nel 2018 firma un’opera in permanenza al MAAM-Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz a Roma . Nel 2019 pubblica il suo primo libro di poesie e disegni FRANGE.disegni parlati“ e successivamente è ospitata a Los Angeles per Between Two Seas, Italian Contemporary Artist from Apulia, un progetto del MAAAC, Museo Archeologico Medievale di Cisternino.

Poliedrica, si esprime in installazioni scultoree e grafiche, fotografia e video, video-performance, sino all’ interazione col pubblico.

Ha pubblicato suoi contributi in numerose riviste e libri. Rientrata in Puglia attualmente lavora nel suo studio-archivio di Taranto.

Prefazione : Il rito regolato di Mara Venuto
Introduzione : Insidiose invadenze di Luciana Cataldo

Quante cose ho fatto insieme a te e tu non lo sai
Sei passato come il vento
Come la muffa
Nina
I topi e la notte
Ero felice a settembre
Cade la neve
Io ti spingo inverno
Ti ho sognato vestito di blu
E sempre qua torno
La mia casa
Marcio
Pace
Quello che mi dai
Ho detto ti amo alla tua mano
Dimmi se ti amo
Io e lo scoglio
Restiamo orizzontali
Voglio imparare la tua faccia
Ti voglio di nuovo mangiare
Ti stano
I minuti giusti
Tutele​
Puff
Frange
Spugne
Vorrei mancarti
Canto e cenere
Voi non lo sapete
La dolcezza
I corvi
I resti
Il pensiero solo
Vedo già tutto
Ogni volta che passo
Arriva primavera
E quest’estate
Poi non so perché mi sono svegliata bene oggi
Sole solo
Te lo devo dire che sto meglio, diario mio

Postfazione : La metrica del disegno di Cristina Principale

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)