Concerti al tramonto: al Molo Sant’Eligio “Astor Piazzolla”

 

pubblicato il 25 Luglio 2020, 08:12
3 mins

Domenica 26 luglio, al Molo Sant’Eligio, due volte “Astor Piazzolla”, alle 19.45 e alle 21.15, evento all’interno dei Concerti al tramonto. Il grande compositore e arrangiatore argentino di origini pugliesi (Trani) sarà celebrato dall’Orchestra Magna Grecia diretta da Nicola Colafelice con il maestro Mario Stefano Pietrodarchi al bandoneon. Una serata dedicata in buona parte al tango, rivisto da Piazzolla in una rivoluzione che non contraddice, ma esalta la forza espressiva di una danza divenuta patrimonio indiscutibile di tutti i popoli. Ingresso con invito.

Mario Stefano Pietrodarchi, bandeneonista, nato ad Atessa (Chieti), trentanove anni, a nove anni intraprende lo studio della fisarmonica e successivamente del bandoneon. Frequenta corsi, partecipa e vince numerosi concorsi. Nel 2007 si diploma con la Lode presso il Conservatorio Musicale Santa Cecilia di Roma. Frequenta corsi di perfezionamento in Italia e all’estero. Esecutore brillante e di raffinata musicalità, ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Collabora con il Teatro dell’Opera di Roma e la Fondazione Lirico Sinfonica “Petruzzelli” di Bari.

Più volte ospite in trasmissioni Rai con l’Orchestra della Rai. Partecipa in qualità di bandoneonista al Festival di Sanremo, collabora alle colonne sonore di Paolo Buonvino per i film “Caos Calmo” di Nanni Moretti e “Italians” di Giovanni Veronesi (con Verdone, Scamarcio e Castellitto).

Il 25 Maggio 2009, si esibisce in qualità di ospite al Colosseo di Roma, evento unico e irripetibile, trasmesso in mondovisione in prima serata su Raiuno e Raisat accanto ad Andrea Bocelli e l’Orchestra Sinfonica Abruzzese per l’evento “L’alba separa dalla luce l’ombra” in favore dei terremotati abruzzesi.

Oltre all’imponente attività concertistica sul territorio nazionale, Pietrodarchi si è esibito in Inghilterra, Francia, Belgio, Croazia, Serbia, Germania, U.S.A., Polonia, Portogallo, Finlandia, Svizzera, Ungheria, Canada, Armenia, Russia, Bosnia Herzegovina, Bielorussia e Cina.

Fra i brani in programma, “Tango”, “Verano Porteno”, “Otono Porteno”, “Milonga del angel”, “Libertango”, “Adios Nonino”. Un omaggio al maestro Luis Bacalov, cui è dedicato il Concorso internazionale di composizione, “Kol Nidrei” (solista il maestro Marcello Forte). Oltre al Comune di Taranto, altri partner istituzionali, la Regione Puglia e il MiBAC (Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo). Il Magna Grecia Festival è una manifestazione realizzata in collaborazione con UBI Banca, Progetto Ma.Ta. (Matera-Taranto, un ponte per la cultura), Fondazione Puglia e Programma Sviluppo.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)