“Le Resistenti” al Comitato Città Vecchia

 

Domani, venerdì 24 luglio 2020 alle ore 19.30 in via Arco Paisiello 18, presentazione del libro e incontro con l'autrice Isabella Lorusso. A seguire Apericena e Musica Diffusa
pubblicato il 23 Luglio 2020, 18:51
3 mins

Domani, venerdì 24 luglio 2020 alle ore 19.30 presso il Comitato di Città Vecchia, in via Arco Paisiello 18, ci sarà la presentazione del libro ‘Le Resistenti’ e incontro con l’autrice Isabella Lorusso. A seguire Apericena e Musica Diffusa.

Il libro è una raccolta di tredici interviste realizzate a donne diverse. Il filo che le unisce è la forza e il coraggio che emerge dalle loro esperienze di vita. Cinque anni di ricerca fra il nord e il sud Italia, con due escursioni nel Kent, in Gran Bretagna, e a Madrid, in Spagna. Donne resistenti e combattive. Donne partigiane.

Isabella Lorusso nasce ad Ostuni. A Bologna studia Scienze Politiche. A Barcellona incontra e intervista gli ultimi militanti del POUM (Partito Operaio di unificazione marxista), gruppo spagnolo di opposizione contro la dittatura fascista di Francisco Franco e contro lo stalinismo.

Nel 1997 si trasferisce a Madrid e lì milita nel gruppo di appoggio alle madri di Piazza di maggio ed è attiva anche nella Escalera Karacola, la casa occupata e gestita da sole donne. In America Latina insegna italiano negli Istituti di Cultura, in varie Università peruviane e nelle carceri di massima sicurezza dove incontrerà i guerriglieri di Sendero Luminoso e all’MRTA (Movimento Rivoluzionario Tupac Amaru).

Per la sua formazione politico-sociale viene chiamata a gestire vari casi di violazione di diritti umani nelle carceri di Tumbes e Lima, ove denuncia gruppi paramilitari che operavano, durante la dittatura di Alberto Fujimori, contro studenti, sindacalisti e guerriglieri. Rientrata in Italia descrive le sue esperienze in America latina nel libro ‘Potosì. Storia di un viaggio nel sud del mondo’ (CSA Edizioni).

Continua a dedicarsi alla scrittura, e nel 2013 vengono alla luce tre dei suoi libri: ‘T1/3. Storia di un femminicidio’ che racconta di un caso di femminicidio che Isabella vive sulla sua pelle; ‘Donne contro’, intervista a donne che hanno vissuto la guerra civile spagnola e fondato gruppi femministi anarchici e marxisti; ‘Senza Pelle’ (Ibiskos Editrice Risolo) e ‘Un dìa sin ti’, una raccolta di testi politici e personali scritti interamente in lingua spagnola.

Nei vari anni partecipa e fonda molti gruppi femministi in varie parti del mondo tra cui Lilith luna piena di Bologna; Lisistrata di Milano; Las rebeldes di Barcellona; GALF (gruppo activistas lesbianas y feministas) di Lima; Manuelita Saenz di Cuzco; Mujeres Libres di Bologna e collabora a una trasmissione radiofonica a Radio Onda Rossa di Milano e Brescia chiamata ‘Tutte le donne del mondo’. Attualmente vive e lavora in Inghilterra dove si occupa di counseling (psicologia) e dell’insegnamento della lingua italiana e spagnola.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)