“Al via a Taranto confronto su regolamentazione mondo spettacolo”

 

Incontro tra l’Amministrazione Comunale, le organizzazioni sindacali SLC CGIL, FISTEL CISL e UILCOM UIL ed alcuni rappresentanti del mondo artistico locale
pubblicato il 23 Luglio 2020, 17:21
3 mins

Si è tenuto nel pomeriggio di mercoledì 22 luglio, a Palazzo di Città, un incontro tra l’Amministrazione Comunale, rappresentata dal vicesindaco e assessore alla cultura Fabiano Marti, e le organizzazioni sindacali SLC CGIL, con Andrea Lumino e Felice Mezzina, FISTEL CISL, con Oronzo Muraglia e UILCOM UIL con Alfredo Neglia. Al tavolo hanno partecipato alcuni rappresentanti del mondo artistico locale come Piero Romano, Antonio Oliveti, Luigi Pignatelli e Alfredo Traversa.

Si è fatto il punto sull’attuale stato del mondo culturale a Taranto e si è comunemente apprezzato il fervore culturale presente in città in questo momento anche a seguito delle molte iniziative messe in campo dall’Amministrazione Comunale.

Le organizzazioni sindacali hanno apprezzato questo movimento, ma hanno sottolineato la necessità di avviare un percorso che traduca tutto questo in lavoro stabile e regolare sul territorio e per far sì che a Taranto si cominci a vivere di cultura e spettacolo.

“È necessario fare rete sul territorio tra istituzioni, sindacati ed operatori culturali  – afferma Andrea Lumino della CGIL – per dare una reale opportunità di crescita sociale e lavorativa per la città, andando in controtendenza rispetto alla mancata programmazione proveniente dal capoluogo ionico negli anni passati che ha prodotto una serie di occasioni di sviluppo mancate, sia nell’ambito dei rapporti con la Regione che con il Ministero”.

Proprio per questo, si è condivisa l’idea di avviare un percorso che preveda la revisione del regolamento comunale attualmente in vigore per lo spettacolo e che apra un confronto rispetto alla programmazione ed ai bandi che si metteranno in campo nei prossimi anni.

Il Comune e le organizzazioni sindacali condividendo queste necessità, hanno calendarizzato una serie di incontri a partire dalla prima settimana di settembre, coinvolgendo gli altri soggetti come AGIS, Legacoop ed il distretto di Puglia Creativa per aprire il confronto e dare insieme a Taranto questo valore aggiunto.

È stata ribadita la disponibilità peraltro, a permettere agli operatori culturali di utilizzare il Teatro Comunale Fusco come spazio e luogo per favorire quella rete necessaria alla crescita culturale della città.

“È stato un incontro costruttivo – sottolinea il vicesindaco Fabiano Marti – che nasce dalla necessità di confrontarsi in un momento di grande fermento culturale ed artistico della nostra città. Si è avviato un confronto con le organizzazioni sindacali e gli artisti da essi rappresentati per costruire un percorso condiviso finalizzato a conciliare le tante iniziative con le esigenze degli operatori dello spettacolo.  Dobbiamo lavorare tutti insieme affinché, una volta per tutte, si capisca che a Taranto di cultura si può finalmente vivere”.  

Il tavolo si è aggiornato alla prima settimana di settembre per cominciare a lavorare tutti insieme con l’obiettivo di rendere concreto il motto: “lavoro è cultura“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)