Leonardo Grottaglie, la Fiom su incontro di sito e scenari futuri

 

Commento della Rsu sull'incontro di sito in seguito all’incontro della Divisione Aerostrutture del 9 giugno
pubblicato il 13 Luglio 2020, 18:23
4 mins

Venerdì scorso si è tenuto a Grottaglie l’incontro di sito in seguito all’incontro della Divisione Aerostrutture del 9 giugno, alla presenza della Direzione e dello staff HR di Divisione e di Stabilimento, del Responsabile delle Operations di Divisione e della direzione di Stabilimento, della RSU e delle strutture territoriali.

Nell’incontro l’azienda ha dichiarato una riduzione del costo di trasformazione nel 2019 rispetto al 2018 con un risparmio pari a 28,5 ML/€ all’interno della Divisione, di cui 7.9 ML/€ a Grottaglie (rispetto ai 5.1 ML/€ previsti). Ha quindi illustrato i valori del Premio Di Risultato del 2019 con pagamento nella mensilità di luglio, informano le RSU Fiom Leonardo Grottaglie.

Nello specifico, per la popolazione presente presso lo stabilimento di Grottaglie, i valori del premio, tenuto conto del raggiungimento al 100% degli indicatori economici/finanziari di Divisione e Aziendali, sono i seguenti (i valori sono da intendersi al 5°livello):

• STABILIMENTO: 3600,00 €

• INGEGNERIA DI PRODOTTO: 3,600 €

• STAFF DI DIVISIONE: 3556,16 €

• CENTRALIZZATI “cluster 1”: 3682,00 €

• CENTRALIZZATI DI DIVISIONE “cluster 2”: 3780,00 €

• VELIVOLI DI GROTTAGLIE: 3567,28 €

• TARGET BONUS 7° E QUADRI: 93.34% – 92.39 % ( % media rispetto al max erogabile)

L’azienda ha confermato il completamento dei piani di insourcing previsti ed ha annunciato un piano di investimenti biennale 2020/21 riguardante:

ADEGUAMENTI NORMATIVI: impianto trattamento acque meteoriche e depurazione reflui industriali;

IMPIANTI PRODUTTIVI: mantenimento impianti (Bisiach, AFPM, NDI, Paperless e nuova tendostruttura);

L.P.S.: Leonardo Production System (W.C.M.)

AUTOMAZIONE INDUSTRIALE: Cella di misura OML, Ring Removal sez.44, Visual management.

“Come Fiom abbiamo sollecitato l’azienda a programmare gli investimenti necessari all’impianto di condizionamento dell’edificio 4 per i lavoratori Collaudo Arrivi e Fata, non previsti a budget per il prossimo biennio. Confermando quanto già evidenziato nell’incontro di Divisione del 9 Giugno, l’azienda ha ribadito il difficile periodo di crisi che lo stabilimento si appresta ad affrontare nel prossimo biennio, definendola “una crisi che non ha eguali nel mondo dell’aviazione civile”, specie per quella che sarà la ripresa (prevista tra il 2022 ed il 2023), accentuata dalla specificità del velivolo che si produce nello stabilimento grottagliese (wide body). Questa crisi si traduce in un calo di 260 mila ore a prodotto per l’anno 2020 (118 APL a fronte di 156 APL previsti) che vedrà un’ulteriore riduzione nel 2021″.

Il calo produttivo porterà a partire “dal 1° Agosto ad una riduzione delle turnistiche a 15 turni nei reparti: Misure Laser, NDI, Bisiach, AGV e tool room e della chiusura della Clean Room 2 compatibilmente al flusso produttivo. Il calendario di chiusure presentato lo scorso 9 Giugno resta confermato, ma vede una riduzione di 5 Giorni per i mesi di Luglio ed Agosto, con l’obiettivo di ridurre il più possibile le giornate nel periodo Settembre-Dicembre. Ci saranno incontri periodici di monitoraggio del calendario, a partire già dalla prossima settimana”.

Le chiusure collettive prevederanno “presidi necessari alle spedizioni, manutenzioni ed enti a supporto e saranno meglio dettagliati negli incontri tra Direzione di sito ed RSU. Gli istituti da utilizzare per far fronte alle chiusure collettive saranno oggetto di discussione tra Leonardo e Fim-Fiom-Uilm Nazionali. Come Fiom abbiamo posto l’attenzione sul tema della mono-committenza e la tipologia di velivolo rispetto alla tenuta occupazionale dello stabilimento e dell’indotto. Abbiamo ribadito la necessità di prevedere nuovi investimenti e la possibilità di diversificare la produzione, ricercando nuove attività all’interno del settore aeronautico ed in altri mercati, che possano sfruttare il know-how e la competitività dimostrata ed acquisita dal sito di Grottaglie. Inoltre, abbiamo richiesto che gli indicatori del prossimo Premio Di Risultato (riguardante l’anno in corso) siano riparametrati ad obiettivi raggiungibili e che tengano conto della situazione “post-covid”.

(leggi tutti gli articoli sullo stabilimento Leonardo Grottaglie https://www.corriereditaranto.it/?s=leonardo&submit=Go)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)