Ex Ilva, Procura apre inchiesta su nube di minerale

 

Contro ignoti e senza ipotesi di reato. Indagini affidate al Noe per comprendere causa ed eventuali danni e responsabilità
pubblicato il 06 Luglio 2020, 21:37
2 secs

E’ giunta in serata la notizia secondo la quale la Procura di Taranto ha aperto un’inchiesta, al momento contro ignoti e senza ipotesi di reato, per gli eventi di sabato, quando durante una tromba d’aria proveniente da nord ha invaso l’area dello stabilimento siderurgico ex Ilva, in particolare quella dei parchi minerali primari e secondari, sollevando nubi di minerale che hanno invaso la superstrada che corre accanto al perimetro della fabbrica in quel punto e il rione Tamburi.

I magistrati della sezione Ambiente, guidati dal procuratore aggiunto e procuratore capo facente funzioni Maurizio Carbone, hanno affidato le indagini ai carabinieri del Noe per svolgere gli accertamenti del caso e comprendere cause ed eventuali danni e responsabilità rispetto a quanto accaduto sabato scorso.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)