Ex Ilva, Conte: “Valutiamo intervento pubblico”

 

Cosi' il presidente del Consiglio nel corso del question time alla Camera rispondendo a un'interrogazione di LeU
pubblicato il 01 Luglio 2020, 18:01
4 mins

“Come e’ noto si sta lavorando alla nuova compagine societaria e stiamo valutando l’intervento pubblico, ricorrendone tutte le condizioni perché riteniamo sia la migliore garanzia per i livelli occupazionali e gli obiettivi ambientali che il Governo considera qualificanti”. Cosi’ si è espresso il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso del question time alla Camera rispondendo a un’interrogazione di LeU, sulla siderurgia e parlando nello specifico della situazione dell’ex Ilva.

“ArcelorMittal – ha spiegato Conte – ha comunicato ai commissari e ai rappresentanti delle istituzioni che il sopraggiungere della pandemia da Covid-19 e le misure di contenimento adottate dal Governo hanno fortemente inciso sulla capacita’ produttiva dello stabilimento di Taranto e che, di conseguenza, vi era la necessita’ di una rivisitazione del Piano industriale. Attualmente la trattativa sta proseguendo e Arcelor Mittal ha dichiarato che gli accordi di marzo sono vincolanti e intende rispettarli, seppure il Governo abbia bocciato il piano presentato dall’azienda lo scorso 5 giugno” riporta l’agenzia Il Sole 24 Ore Radiocor Plus.

(leggi tutte le notizie su ArcelorMittal https://www.corriereditaranto.it/?s=arcelormittal&submit=Go)

“Il settore siderurgico costituisce un elemento imprescindibile delle attivita’ produttive nel nostro Paese e per questo e’ considerato fortemente strategico”. ha detto il premier, che in Europa e in Italia, “é in corso una perdurante crisi della siderurgia, ulteriormente aggravata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19; “alla luce di tali circostanze, l’obiettivo del Governo e’ realizzare un piano strategico per la siderurgia che definisca nel dettaglio il fabbisogno di acciaio nel nostro Paese e le condizioni di mercato su cui i produttori devono muoversi, nel rispetto ovviamente delle regole europee e del libero mercato, ma con la consapevolezza che sono necessari anche alcuni elementi di protezione commerciale” riporta l’agenzia MF-DJ.

“Il rilancio del settore siderurgico passa non soltanto per la ristrutturazione del comparto in ottica di maggiore competitività, ma anche per una specializzazione sugli acciai di qualità a beneficio di filiere ad alto valore aggiunto come l’industria elettrotecnica e la meccanica di precisione, in cui l’Italia è leader. Passa anche attraverso una transizione energetica e crediamo che proprio questo settore debba orientarsi in questa direzione quanto prima per non rimanere ai margini poi del mercato e della competitività”.

Questo progetto di rilancio, ha proseguito Conte, “deve includere, naturalmente, anche ogni iniziativa necessaria alla soluzione delle gravi crisi del comparto, fra cui l’ex Ilva di Taranto, la Acciai Speciali Terni e la Jindal di Piombino“.

Su Ilva “si sta lavorando contemporaneamente alla nuova compagine societaria e si sta valutando anche un intervento pubblico, ove ne sussistano le condizioni perche’ riteniamo che questa sia la migliore garanzia per raggiungere i livelli occupazionali e gli obiettivi ambientali che il governo considera qualificanti”, ha spiegato. ThyssenKrupp Acciai Speciali Terni ha annunciato la necessita’ di cessione di moltissimi stabilimenti in quanto non ritenuti strategici, similmente a quanto gia’ annunciato due anni fa dall’azienda, la quale non ha poi dato seguito a questo proposito. “In attesa delle scelte che la proprietà vorrà compiere in termini di cessione azionaria, le interlocuzioni avvenute in questi giorni con l’amministratore delegato dell’azienda ci portano a ritenere che verra’ confermato il piano industriale, il quale prevede investimenti per circa 60 milioni di euro, e che i tempi non saranno brevi”, ha proseguito il premier. Per la Jindal, si è delineato un percorso costruttivo e condiviso che garantisce i lavoratori e il prosieguo delle attivitaàproduttive a Piombino, che si inseriscono pienamente nell’ambito del piano allo studio del Governo per sostenere un nuovo modello di siderurgia ecosostenibile in Italia”, ha concluso Conte.

(leggi tutte le notizie sull’Ilva https://www.corriereditaranto.it/?s=ilva&submit=Go)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)