Amiu, prima seduta del nuovo CdA

 

Principale tema sul tavolo, il riavvio dell'impianto Pasquinelli.
pubblicato il 30 Giugno 2020, 19:35
3 mins

Si è insediato oggi il nuovo CdA di “Kyma Ambiente – Amiu”, presieduto da Giampiero Mancarelli.

Il primo atto approvato dall’organo amministrativo, nel quale siedono anche Vittoria Cardone e Daniele D’Ambrosio, è stato il riavvio dell’impianto di selezione “Pasquinelli”. Funzionale al potenziamento della raccolta differenziata, ma più in generale alla gestione del ciclo dei rifiuti cittadini, l’impianto è stato oggetto di un importante revamping predisposto dalla società e dal Comune di Taranto.

Recependo gli indirizzi del sindaco Rinaldo Melucci rispetto all’estensione della raccolta differenziata su tutto il territorio cittadino e alla tutela del decoro, il CdA ha dato via libera al riavvio della piattaforma impiantistica che consentirà il trattamento delle frazioni nobili della raccolta differenziata (carta/cartone, plastica e metallo, vetro) nel primo semestre di esercizio, trattando anche le altre frazioni (ingombranti, RAEE, ecc.) entro la fine del 2020.

Proprio sulla gestione degli ingombranti, “Kyma Ambiente – Amiu” sta predisponendo un potenziamento del servizio di raccolta su appuntamento, ma soprattutto del servizio di recupero degli abbandoni selvaggi. «Il contrasto agli incivili sarà senza sosta – le parole di Mancarelli –, perché prima di essere uno specifico indirizzo del socio, la tutela del decoro è un nostro obiettivo imprescindibile».

Per quanto riguarda sempre “Pasquinelli”, nel pieno rispetto del principio di prossimità, l’impianto di selezione sarà riavviato con una fase di “start up” affidata temporaneamente al soggetto che ha realizzato il revamping impiantistico. È previsto l’impiego di 21 unità lavorative su due turni, consentendo l’autosufficienza impiantistica in tema di valorizzazione delle frazioni nobili rivenienti dalla raccolta differenziata cittadina. «Un ulteriore e importante segno tangibile – ha spiegato il presidente del CdA – di efficienza ed efficacia nell’azione del Comune e di “Kyma Ambiente – Amiu”, nella gestione e nella valorizzazione del rifiuti, traguardando performance di rilievo e dando segni tangibili all’economia circolare».

La prima seduta di CdA è stata utile anche per offrire ai nuovi amministratori una fotografia della situazione della società, per concertare le strategie d’azione dei prossimi mesi. «Un momento delicato di passaggio – ha concluso Mancarelli – con l’entrata in vigore del nuovo contratto di servizio e con il completamento della raccolta differenziata. Rispetto a quest’ultimo obiettivo, abbiamo posto in essere tutti gli atti propedeutici affinché il prossimo 7 settembre possa avviarsi, come richiesto dal sindaco Melucci».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Un Commento a: Amiu, prima seduta del nuovo CdA

  1. Fra

    Luglio 1st, 2020

    La città del materasso e dei mobili di ogni genere siamo diventati ,nei pressi della strada per l’auto demolizione c’è una discarica a cielo aperto ,vicino il vivaio idem in città non ti dico ,ma di cosa discutete in realtà di come smaltire i rifiuti delle altre città . Dopo estenuanti tentativi riesco a programmare un appuntamento per il ritiro di rifiuti solidi ,tre di cui uno solo ritirato ,li altri e due sino stati presi abusivamente ,indovinate un po’ cosa era ? Risposta esatta il metallo pulito ,certo di una porta ad esempio il legno chissà il pannello dove è stato gettato !! Fatevi un giro per il borgo e per le strade e aprite gli occhi ai buzzurri di questa città ,c’è gente che prende soldi per scaricare rifiuti ,tanto non ha nulla da perdere , ho visto passando da Tramontone come è ridicola la differenziata,c’è di tutto per terra e i cestini sono stracolmi h24,mi immagino da settembre in città lo scempio Che si formerà . Altro che la vera piaga di Taranto sia la droga ,secondo me è l’inciviltà ,il degrado sociale ,la mancanza di senso Civico e di controlli serrati . Taranto è la città dove puoi già fasciarti la testa già prima di rompertela .

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)