Rifiuti abbandonati, interventi di Kyma Ambiente contro l’inciviltà

 

In diverse aree della città sembra davvero regnare sovrana
pubblicato il 29 Giugno 2020, 16:44
3 mins

Mercato ittico, pulizia straordinaria

Gli operatori della società partecipata Kyma Ambiente-Amiu e della cooperativa Kratos sono intervenuti all’interno del mercato ittico del quartiere Tamburi per rimuovere una grande quantità di rifiuti conferita illecitamente.
«Grazie all’impegno di questi lavoratori – ha dichiarato il primo cittadino Rinaldo Melucci – rintuzziamo i colpi di chi non vuol essere parte del cambiamento della città».
Un contributo ulteriore a questa azione arriva anche dalla Polizia Locale, che sta recuperando le immagini del sistema di videosorveglianza, presente nell’area del mercato ittico, per risalire ai responsabili e applicare le sanzioni previste.

Quartiere Tamburi, continuano gli interventi di pulizia

Per contrastare gli attacchi di pochi, ma ostinati, incivili, l’amministrazione Melucci ha dato specifico mandato alla partecipata Kyma Ambiente-Amiu di intervenire con maggiore attenzione nelle strade del quartiere Tamburi.
Solo ieri, in via Galeso, erano stati abbandonati dei rifiuti direttamente sul marciapiede, senza alcun rispetto delle norme generali e delle modalità relative alla raccolta differenziata. Un intervento dello stesso tenore è stato effettuato in piazza Gesù Divin Lavoratore alle prime ore di questa mattina.
«La raccolta differenziata rende più decoroso il quartiere – le parole del sindaco Rinaldo Melucci -, ma non deve essere vanificata da atteggiamenti di questo tipo. Ci impegneremo nella sensibilizzazione, tornando nei quartieri, ma ci aspettiamo che i cittadini sappiano cogliere l’importanza di questa sfida».

Rifiuti abbandonati in viale del Tramonto, rimossi in poche ore

Viale del Tramonto è stata bersagliata da una serie di abbandoni abusivi di rifiuti da parte di alcun incivili che hanno finito per scambiarla per una discarica. Rifiuti di diverso genere, anche ingombranti, cui si sono aggiunti quelli prodotti dai bagnanti meno civili che, frequentando la spiaggia adiacente, hanno pensato bene di aggiungere ai cumuli anche la loro busta.

L’intervento di Kyma Ambiente-Amiu ha consentito di ripulire tempestivamente la zona, che è apparsa completamente diversa ai bagnanti che l’hanno raggiunta questa mattina. Al fine di scongiurare ulteriori situazioni di questo tipo, sarà rafforzata la vigilanza sul posto con l’adozione anche di videotrappole, come già fatto in altre zone della città.
«I rifiuti abbandonati non sono il frutto di una semplice giornata al mare – ha spiegato il sindaco Rinaldo Melucci -, gli operatori hanno raccolto di tutto. Resta inaccettabile scambiare un marciapiede o un cestino per piccoli rifiuti per il luogo dove riversare qualsiasi cosa, lo è ancor di più che lo faccia anche chi frequenta quei luoghi. Non avremo alcuna remora a punire i comportamenti sbagliati, che non hanno giustificazioni di nessun genere».

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)