E’ partito il toto allenatore: nella ridda di nomi, corsa a tre tra Monticciolo, Costantino e Tiozzo

 

Il casting procede ed il futuro tecnico del Taranto sarà un profilo giovane, motivato, di personalità, non un guru della panchina.
pubblicato il 22 Giugno 2020, 17:36
2 mins

Non è facile scrivere qualcosa riguardo il Taranto FC 1927 in questo periodo. Dai canali ufficiali, le bocche sono cucite. Abbiamo chiesto una intervista al presidente Giove e ci è stato chiesto di attendere, abbiamo chiesto un profilo un po’ più dettagliato del nuovo allenatore al neo-diesse Pagni e, con piacere, abbiamo constatato che il ruolo dell’addetto stampa è finalmente riconosciuto, dato che siamo stati invitati a rivolgerci a lui. Ovviamente notizie ufficiali non ve ne sono e noi ci atteniamo alle consegne, rispettosi di un lavoro che forse quest’anno potrà essere agevolato da una società organizzata, riscriviamo finalmente, che pare stia ritagliando un ruolo preciso ad ognuno dei suoi componenti.

Dunque, facciamo il punto della situazione, premettendo che nei giorni scorsi in città sono riemersi episodi di contestazione nei confronti del club del presidente Giove da parte, questa, volta di alcuni gruppi della Curva Nord. Ciò per onore di cronaca.
Per quanto concerne il candidato ad occupare la panchina rossoblù, abbiamo letto in giro una girandola di nomi da far girare la testa. Eccoli, di seguito tra semisconosciuti, carneadi e gente forse inavvicinabile: Orlandi, Feola, Calabro, Latartara, Giacomarro, Costantino, Auteri, Laterza, Rigoli, Cazzaró, Pochesci, Tiozzo, Monticciolo. Li mettiamo tutti, così, se è uno di questi , potremmo vantarci di averlo scritto……………

L’identikit tracciato dal diesse Pagni è il seguente: giovane, motivato, di personalità, astenersi guru della panca.
Si parla di un testa a testa a tre (nelle foto qui sotto, in ordine) tra Luca Tiozzo (39 anni, nativo di Sottomarina di Chioggia) ex Mestre, Abano Terme, Matelica e Adriese, modulo preferito 4-2-3-1 , Massimo Costantino (47 anni, nativo di Milano), ex Torres, Vibonese, Sanremese e Messina, modulo preferito 4-3-3 e buon ultimo Alessandro Monticciolo (43 anni, nativo di Massa Marittima) ex Altamura e giovanili dell’Ascoli, con questo leggermente favorito rispetto agli altri.
Per quanto riguarda lo staff tecnico, alla casella preparatore dei portieri si parla di due personaggi che godono di grande credito tra gli sportivi jonici: Gianpaolo Spagnulo, che è uno che se si spende lo fa solo per un progetto sportivo serio e Nicolas Bremec, reduce dall’esperienza con il Casarano.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)