ArcelorMittal, l’Usb: “Abuso cig e mancata manutenzione”

 

Denuncia Usb Taranto allo Spesal di Taranto e all’Ispettorato Territoriale del Lavoro con richiesta di intervento urgente
pubblicato il 17 Giugno 2020, 20:46
2 mins

L’Unione Sindacale di Base di Taranto segnala e denuncia una anomalia riscontrata all’interno dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal, ed esattamente nel reparto denominato “TPS”, trasporto del personale.

“Si tratta di un servizio che, causa Covid e dunque per mettere in pratica le prescrizioni previste al fine di contenere il contagio, è stato appaltato alla ditta Guarnieri al fine di garantire un supporto al personale sociale durante il cambio turno. Questo con l’obiettivo di assicurare la circolazione nello stabilimento di più autobus e non più di 25 lavoratori su ciascun mezzo – affermano dall’Usb Alessandro Damone e Vincenzo Mercurio -. Quello che era partito come un aiuto alla forza lavoro regolarmente destinati al servizio del trasporto personale si è trasformato in ben altro. Oggi non comprendiamo come sia possibile tenere in cassa integrazione i dipendenti diretti e mantenere in piedi l’appalto con una ditta terza. Riscontriamo in tutto ciò un abuso della cassa integrazione da parte di ArcelorMittal”.

“Inoltre rileviamo nei vari passaggi tra i mezzii una perdita di tempo che spesso comporta per i lavoratori l’impossibilità di arrivare all’ora giusta per poter prendere i mezzi esterni e rientrare a casa – affermano ancora dall’Usb -. Un disagio che, unito alla continua manutenzione dei servizi igienici, ne genera un altro: i dipendenti finiscono col non utilizzare tali servizi, veicolando all’esterno della fabbrica le sostanze cancerogene depositate sulle tute da lavoro”.

“Da mesi ormai denunciamo irregolarità e mancanze croniche di manutenzione. Ci risulta che tutto questo sia oggetto di valutazione da parte del pool di esperti inviato in azienda dal Governo. Pochi giorni fa intanto la stessa UsbTaranto ha fatto ben 4 segnalazioni, con riferimento ad altre anomalie rilevate nei reparti Sistemi Informativi, Cokerie, Pla2 e OfficinaCarpenterie: per questo l’Unione Sindacale di Base chiede un intervento urgente di Spesal e altre all’Ispettorato Territoriale del Lavoro”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)