Città Vecchia, case a 1 euro e 17 progetti CIS

 

Si progetta il rilancio del centro storico fra le novità dal tavolo CIS e l’atto di indirizzo della Giunta per incentivare gli investimenti nell’Isola.
pubblicato il 25 Maggio 2020, 19:27
4 mins

Eppur si muove? Il punto interrogativo, purtroppo, è d’obbligo, visti i numerosi precedenti di sogni rimasti solo sulla carta (leggi l’editoriale del direttore Marcello Di Noi). Eppure, mai come ora sembra reale la prospettiva di un vero rilancio della Città Vecchia. Un rilancio che continuiamo a sognare dagli anni ’70…

Case a un euro

Si comincia con l’atto di indirizzo, varato dalla Giunta Comunale, per le case a un euro, che dovrebbero iniziare ad essere messe a bando già nei prossimi giorni. «La partenza della fase 2 – scrive l’assessore Viggiano, con comprensibile ma impegnativa enfasi – ci consente di andare dritti verso la realizzazione di questa misura che tanto ha fatto parlare di sé in tutto il mondo. Abbiamo già predisposto un testo standard da inviare via mail a tutti coloro i quali, dagli Stati Uniti alla Russia, passando attraverso l’Europa, la Cina ed addirittura l’Australia, avevano manifestato il proprio interesse ad investire sulla nostra città vecchia ed il suo patrimonio inestimabile, fatto di cultura, storia e tradizione».

L’obiettivo dichiarato è quello di «far scattare la corsa al ripopolamento ed alla valorizzazione del patrimonio anche privato». Sarebbero già stati individuati anche i primi edifici oggetto della misura, con una predilezione per quelli «più centrali». Criterio che sarebbe opportuno chiarire: cosa intende il Comune per “centrali”? Non vorremmo certo vedere una replica di quanto accaduto decenni fa con la riqualificazione di via Cava, fallita anche per via del deserto che circondava quegli edifici mirabilmente rimessi a nuovo.

Diciassette progetti dal tavolo CIS

Gli investimenti privati dovrebbero essere incentivati, oltre che dal canone di acquisto meramente simbolico, anche dagli interventi di riqualificazione previsti dal programma del Contratto Istituzionale di Sviluppo (leggi qui per le ultime notizie in merito).

Si tratta di diciassette progetti (come elencati dall’Assessore ai Lavori Pubblici Ubaldo Occhinegro), di cui sedici nell’isola e uno, quello di Palazzo degli Uffici, nel borgo umbertino.

Nel dettaglio:

  1. Restauro e rifunzionalizzazione di Palazzo Troilo, come polo dell’Arte e hub di innovazione per start up;
  2. Restauro del Palazzo Carducci, come Museo del settecento;
  3. Ricostruzione del Palazzo in via Garibaldi angolo Vico Novelune, come residenza universitaria.
  4. Restauro Mura Aragonesi su Mar Grande;
  5. Riqualificazione del Waterfront su Mar Piccolo;
  6. Riqualificazione di Piazza Castello;
  7. Riqualificazione di Piazza Fontana;
  8. Ripavimentazione di Via Duomo e Via di Mezzo e sottoservizi;
  9. Restauro, rifunzionalizzazione e valorizzazione del Palazzo Archita già Palazzo degli Uffici e creazione della Pinacoteca Comunale;
  10. valorizzazione Aree Archeologiche in Città Vecchia;
  11. Valorizzazione della rete degli Ipogei;
  12. Restauro e rifunzionalizzazione di Palazzo D’Ajala;
  13. Restauro e rifunzionalizzazione di Palazzo Delli Ponti come sede universitaria;
  14. Restauro e rifunzionalizzazione del Palazzo de Bellis;
  15. sostegno alle nuove Imprese in Città Vecchia;
  16. valorizzazione del Castello Aragonese e creazione di un polo bibliotecario (intervento affidato alla Marina Militare);
  17. Restauro Ponte Girevole (intervento affidato alla Marina Militare).

Un treno da non perdere

L’opportunità di un vero rilancio della città vecchia è un treno da non perdere. Perché questa opportunità si concretizzi occorrono, però, unità d’intenti fra i soggetti coinvolti (che, quantomeno a parole, c’è) e soprattutto unità d’azione. La volontà della Presidenza del Consiglio, tramite il Sottosegretario Turco, di assumersi l’onere di guidare il processo è chiara (leggi qui). Ora si attendono i fatti. Qualcosa in più la sapremo quando sarà, finalmente, varato il decreto “Cantiere Taranto”.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)