L’ex azzurro Mastrangelo “benedice” il ritorno della A/2 di volley a Taranto

 

”Sono molto contento di questa operazione perchè comunque la tradizione pallavolistica tarantina in serie A è sempre stata legata al nome del presidente Bongiovanni". Oltre che da Mastrangelo anche da altri ex giocatori della Prisma Volley sono giunti i messaggi di bentornato.
pubblicato il 22 Maggio 2020, 18:26
7 mins

Dunque dopo poco più di dieci anni (ultima gara ufficiale 21 marzo 2010, a Cuneo) Taranto ritrova la serie A di pallavolo, per la precisione la seconda serie nazionale (A/2), dalla quale manca, invece, dalla stagione 2005/2006.

L’artefice di questa operazione, con l’appoggio dell’amministrazione comunale di Taranto – che in tempi rapidissimi ha fornito la disponibilità di massima per l’utilizzo del Palamazzola quale campo di gioco – è sempre Antonio Bongiovanni che dal 1998 al 2001 e dal 2004 al 2010 è stato prima vice presidente e poi presidente del Taranto Volley (poi Prisma Volley Taranto) tra serie A/1 (sei stagioni) e A/2 (tre stagioni).

E’ vero, per la terza volta in riva allo jonio il titolo arriva da altrove (Matera nel 1998, Parma nel 2004, questa volta da Castellana Grotte) e quindi non per meriti ottenuti sul campo (che è sempre la cosa più bella, questo non lo discute nessuno) ma se il regolamento lo consente perchè non approfittarne?

Se non fosse stato per la forza economica e per la volontà di Bongiovanni avreste mai visto in passato a Taranto gente del calibro di Bernardi, Tofoli, Cantagalli, Velasco, Giba e tutti gli altri campioni brasiliani, protagonisti nel decennio 2000 sia a livello olimpionico che mondiale? Probabilmente no. Altri imprenditori ci hanno provato dal basso arrivando al massimo in serie B/1, disperdendo in modo encomiabile ma forse non strategico, risorse economiche nei campionati minori salvo poi alzare bandiera bianca quando si è trattato di fare il salto di qualità.

Determinante, affinchè questa operazione andasse a buon fine, oltre alla volontà delle parti (Materdomini Castellana Grotte e Prisma Volley Taranto) ed alla disponibilità dell’amministrazione comunale di Taranto, anche la benedizione della Lega Pallavolo di serie A nella persona del suo presidente Massimo Righi, amico di lunga data di Antonio Bongiovanni. Assieme allo stesso Bongiovanni e ad Elisabetta Zelatore di questa nuova avventura societaria farà parte come socio Antonio Laforgia, presidente sino a qualche giorno fa dell’Amatori Volley Bari, club militante in serie B maschile.

La notizia del ritorno in A/2 ovviamente ha reso effervescente il mondo pallavolistico tarantino e pugliese. Non sono mancati gli auguri e gli in bocca al lupo di giocatori, allenatori e dirigenti che nel passato hanno fatto parte del club. Tra questi, Gigi Mastrangelo, ex centrale della nazionale azzurra (una medaglia d’argento e due di bronzo alle Olimpiadi) e di club importanti come Cuneo, Macerata e Roma che nella stagione 2008/2009 ha militato nella Prisma Volley (quando si trasferì a Martina Franca):”Sono molto contento di questa operazione perchè comunque la tradizione pallavolistica tarantina in serie A è sempre stata legata al nome del presidente Bongiovanni a cui sono molto affezionato come famiglia. Sicuramente verrò a vedere qualche partita quando scenderò giù (abita a Cuneo, ndc). C’era bisogno di sport ad alto livello a Taranto e gli unici imprenditori a far si che tutto questo accadesse sono Antonio Bongiovanni ed Elisabetta Zelatore, questa cosa qui mi fa molto piacere, Spero che questo sia un inizio per Taranto e per il club per poter poi tornare alla massima serie. Un abbraccio a tutti quanti”.

Anche altri giocatori hanno commentato sui social questo rientro di Taranto nel volley che conta. A partire dagli ultimi che hanno vestito la maglia rossoblù come Cleber (schiacciatore), dal Brasile, Suhxo (palleggiatore) dagli Stati Uniti e anche Cozzi (centrale) da Milano, i quali si sono detti scherzosamente disposti a rimettersi in maglia e pantaloncini per tornare a giocare in una città che ha lasciato loro dei bei ricordi. Gli auguri sono giunti anche dalla Spagna, dall’ex centrale Robles, protagonista della promozione in serie A/1 nella stagione 1999/2000 quando la squadra si chiamava Magna Grecia Taranto e Bongiovanni ne era vice -presidente. Infine l’ex capitano rossoblù, proprio di quegli anni, De Mori si è accodato agli auguri.

Penso che Taranto, in quanto sede dei prossimi Giochi del Mediterraneo, meriti una squadra di volley in serie A e ciò sarà possibile grazie ai presidenti Bongiovanni e Zelatore, grandi appassionati di questo sport. Conservo dei bellissimi ricordi della mia esperienza a Taranto con loro” – ha dichiarato Danilo Paglialunga, ex assistent coach della Prisma Taranto Volley.

La nostra città merita senza dubbio di avere diverse discipline sportive di livello nazionale. Un ritorno, questo del volley, che merita attenzione e che va curato con una saggia programmazione tecnico-economica mantenendo i piedi per terra e fidelizzando gli amanti di questa disciplina. Il passato ci ricorda tanti momenti esaltanti ma anche momenti di controversie istituzionali delle quali far tesoro per proiettarsi nel futuro con nuova linfa e nuovo entusiasmo. Bentornata serie A/2 e in bocca al lupo a Bongiovanni e Zelatore per questo ritorno al passato. Il vecchio si deve coniugare con il nuovo per rispondere alle rinnovate esigenze degli sportivi anche in vista dei prossimi Giochi del Mediterraneo”, ha commentato Gianni Fabrizio, giornalista di lungo corso (da noi intervistato qualche settimana fa) ed appassionato non solo di calcio ma anche di pallavolo visto che per alcuni anni è stato nell’ufficio stampa della Magna Grecia Volley Taranto.

Da domani si lavorerà per rimettere in sesto una macchina rimasta in garage per dieci anni. Pare ci si affiderà al consueto team collaudato di tecnici e meccanici, con in testa coach Vincenzo Di Pinto, che non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali ma che è ovviamente contento di questo ritorno del volley in riva allo jonio.

*credit foto: archivio pagina facebook taranto prisma volley

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)