ASL, l’USB: “Basta scuse, internalizzare lavoratori Cup”

 

pubblicato il 02 Maggio 2020, 15:53
25 secs

«Il tempo è scaduto e l’emergenza sanitaria generata dal Coronavirus non può più essere usata come scusa per rimandare l’internalizzazione dei lavoratori dei sistemi informativi e del Cup dell’Asl di Taranto. Un processo che deve essere necessariamente portato a termine e che permetterebbe di togliere questi lavoratori dalle grinfie di società come l’Sds, che specula alle spalle dei lavoratori non fornendo neanche i DPI. La scadenza della proroga del contratto è ormai prossima: entro il 30 giugno infatti pretendiamo che si proceda alla internalizzazione dei servizi ora affidati alla Sds».

Così, in una nota, Franco Rizzo, coordinatore provinciale USB Taranto.

«Sarebbe un ottimo messaggio da lanciare in occasione della Festa del Lavoro appena trascorsa se la politica dovesse mostrare vivo interesse nei confronti di questi lavoratori, procedendo alla stabilizzazione. Ci rivolgiamo al governatore Michele Emiliano, in qualità anche di assessore regionale alla Sanità, e all’assessore allo Sviluppo Economico Mino Borraccino, da sempre sensibile al tema, perché venga dato un indirizzo politico all’Asl di Taranto e venga finalmente chiusa questa vicenda».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)