Medicina: da Giunta regionale ok ad acquisizione sede Banca d’Italia

 

Saranno utilizzati i 7 milioni previsti nel CIS per il recupero e valorizzazione dei Palazzi storici della Città Vecchia 'Troilo' e 'Carducci' e il recupero dell'edificio di via 'Garibaldi'
pubblicato il 30 Aprile 2020, 20:22
40 secs

E’ arrivato l’ok da parte della Giunta regionale pugliese per l’acquisizione e la riqualificazione della ex sede di Taranto della Banca d’Italia che diventerà, come deciso lo scorso 21 febbraio dalla conferenza di servizi, la sede del nuovo corso di Laurea in Medicina.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/02/18/2sede-banca-ditalia-al-corso-di-medicina/)

Nell’ultima riunione del CIS di Taranto svoltasi lo scorso 17 aprile, si era deciso l’acquisto e la relativa ristrutturazione avverrà da parte della ASL di Taranto, grazie al supporto della Regione Puglia. La Giunta ha infatti deciso la rimodulazione di alcuni interventi già previsti a valere sulle risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020.

Si tratta dei 7 milioni e 565 mila euro previsti per la realizzazione, con risorse rese disponibili dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nell’ambito del Piano operativo ‘Cultura e turismo‘, dei progetti di recupero e valorizzazione dei Palazzi storici della Città Vecchia ‘Troilo‘ (3.361.475,50) e ‘Carducci‘ (2.118.917,50) e il recupero dell’edificio di via ‘Garibaldi‘ (2.084.970), che ora serviranno alla ASL di Taranto per acquisire l’edificio di proprietà della Banca d’Italia.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2018/06/15/la-banca-ditalia-mette-in-vendita-la-storica-sede-di-taranto/)

Qualora le risorse non dovessero bastare, ne saranno individuate delle altre sempre in ambito CIS.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2020/04/17/2cis-taranto-si-cerca-di-accelerare-sui-progetti/)

Condividi:
Share
Gianmario Leone, nato a Taranto il 2/1/1981, laureato in Filosofia, docente di Storia e Filosofia, per 8 anni opinionista del quotidiano "TarantoOggi" nel settore, ambiente, politica, economia, cultura e sport, collaboratore e referente per la Puglia dal 2012 de "Il Manifesto" e del sito "Siderweb", collaboratore dal 2011 al 2015 del sito di informazione ambientale www.inchiostroverde.it. Ha collaborato nel corso degli anni anche con altre testate on line o periodici cartacei come 'Nota Bene' e 'LiberaMente' ed è un'opinionista di "Radio Onda Rossa" e "Radio Onda d'urto". Collabora con Radio Popolare Salento. Dal 2008 al 2012 ha lavorato per l'agenzia di stampa "Italiamedia". Ha contribuito alla realizzazione del lungometraggio 'Buongiorno Taranto' e al docufilm 'The italian dust'. Nel dicembre 2011 ha ottenuto il “Riconoscimento S.o.s. Taranto Chiama”, "per il suo impegno giornaliero d’indagine e approfondimento sui temi ambientali che riguardano la città". Nel febbraio del 2014 invece ha ottenuto il premio dei lettori nel "Premio Michele Frascaro, dedicato al giornalismo d’inchiesta", indetto dalle Manifatture Knos e patrocinato dall’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti , attribuito in base al voto on line, per la sua inchiesta sul progetto “Tempa Rossa” (Eni), che racchiudeva gli articoli scritti tra il 2011 e il 2012.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)