1 maggio: l’arcivescovo affida solennemente la città a Sant’Egidio

 

pubblicato il 30 Aprile 2020, 20:47
49 secs

Venerdì primo maggio, nella chiesa di San Pasquale Baylon, l’arcivescovo affiderà solennemente la città a Sant’Egidio, nostro compatrono. L’atto di affidamento sarà letto al termine della santa messa che mons. Filippo Santoro celebrerà alle ore 11, assieme ai frati minori della comunità, ovviamente senza fedeli e a porte chiuse; la celebrazione sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook della parrocchia. Inoltre è dall’inizio della pandemia che in chiesa viene esposto solennemente il Santissimo Sacramento, con il quale il parroco fra Vincenzo Chirico alle ore 12 e alle ore 18.30, dal ballatoio della chiesa, benedice la città.

Nella medesima serata, nella basilica cattedrale, nell’ambito delle giornate di preghiera in preparazione alla festa di San Cataldo, alle ore 18 l’arcivescovo presiederà la celebrazione eucaristica e, a seguire, animerà il santo rosario, dando così inizio al mese mariano. La funzione, come le altre che si susseguiranno fino al 10 maggio, avverranno a porte chiuse e saranno trasmesse in diretta streaming sulle pagine facebook dell’arcivescovo e della basilica cattedrale, sul canale youtube dell’arcidiocesi e sul sito www.diocesi.taranto.it.

Si ricorda che dall’1 al 10 maggio, dalle ore 8 alle 13 e dalle 14.45 alle 17.30, la cattedrale e il “cappellone” saranno regolarmente aperti per la visita e la preghiera individuale; l’ingresso sarà vietato a coloro che non portano mascherina e guanti.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)