Melucci: “Non si finanzi la fase 2 con le risorse destinate a Taranto e al Sud”

 

pubblicato il 24 Aprile 2020, 14:56
2 mins

Videoconferenza quest’oggi con il Presidente della Provincia, i Sindaci ionici e le parti sociali, per discutere dei fondi destinati ai cantieri locali e in particolar modo alla cosiddetta Regionale 8.

«Pur condividendo lo sforzo corale compiuto da tutte le istituzioni per superare l’attuale emergenza – ha dichiarato il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci nel suo intervento -, spero davvero che l’ennesima rimodulazione delle risorse destinate allo sviluppo e ai cittadini del sud, paventata in queste ore da un corposo documento governativo per fare fronte alla fase 2 della pandemia, sia soltanto uno scherzo di cattivo gusto da parte di chi si sta occupando a Roma di queste faccende».

«Come mi auguro sinceramente – ha continuato il Sindaco Melucci – che alcune indiscrezioni, che annunciano complicazioni sulle pratiche di Taranto, o ancora la nuova polemica sulla strada Regionale 8, progetto che la nostra Provincia attende da trent’anni, rappresentino soltanto un equivoco, l’ansia di far fronte alla fase 2 assecondando interessi che non sono quelli ionici».

«Noi denunciamo da qualche tempo che, per esempio, il CIS Taranto non viaggi in maniera convincente, non operi sempre nella direzione delle esigenze del territorio e della comunità ionica. Sia sul CIS, però, sia sul tema della Regionale 8, gli enti locali hanno rimosso ogni impedimento tecnico, si è fatto un lavoro di ordinata sintesi e di grande livello. Non ci sono, dunque, più alibi per chi deve liberare finalmente le risorse per i nostri cantieri».

«Nessuno pensi di toccare le nostre risorse. Nessuno pensi ancora, per esempio, di poterci chiedere a queste condizioni il sacrificio della salute per fornire acciaio alle manifatture del nord. Per la fase 2, abbiamo bisogno di cantieri e opere pubbliche per il nostro sistema di imprese e il nostro mondo del lavoro, al pari del resto d’Italia».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)