ArcelorMittal, al via riunioni su cig per Covid-19

 

Si è partiti dall'area Acciaieria. Domani e dopo domani gli altri incontri sulle diverse aree del siderurgico
pubblicato il 20 Aprile 2020, 21:24
13 secs

Sono iniziati oggi gli incontri di ‘area’ nello stabilimento ArcelorMittal di Taranto tra azienda e sindacati per l’aggiornamento della gestione della Cassa integrazione ordinaria con la causale Covid-19, chiesta dalla multinazionale per un numero massimo di 8.173 addetti.

In merito all’area Acciaieria, l’azienda ha comunicato alle organizzazioni sindacali che l’attuale assetto di marcia non subirà modifiche e che quindi si continuerà a marciare con due colate continue.

Il numero dei lavoratori collocati in Cigo-Covid 19 è così suddiviso: 282 su 304 per il personale di Esercizio (Ese) dell’Acciaieria 1; 39 su 431 per il personale Ese dell’Acciaieria 2; 62 su 109 del reparto IFP-Cob (Indicatori fattori produttivi); 75 su 297 per i Servizi Acciaieria (Sac); 76 su 201 per la Manutenzione elettrica (Mea); 71 su 204 della Manutenzione meccanica acciaieria (Mma). 

Proseguirà domani con due riunioni per Area Ghisa (ore 9.30) e Area Officine centrali, Magazzino e Staff (ore 14) e dopo domani per Area Logistica, Energie e Qualità (ore 9.30) e Area Laminazione (ore 14.30). 

 

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)