‘Pacinotti’ tra i nove finalisti del ‘LetsApp-Solve for Tomorrow Edition’ con il progetto ‘SHOWTABLE’

 

pubblicato il 09 Aprile 2020, 10:07
2 mins

Dopo il successo delle prime due edizioni che hanno visto il coinvolgimento di oltre 50 mila studenti in tutta Italia, Samsung e il Ministero dell’istruzione hanno firmato in data 1 maggio un protocollo d’intesa per lanciare “LetsApp” finalizzato a proporre “soluzioni per il domani” per rispondere alle sfide di oggi. Questa terza edizione in particolare ha l’intento” di avvicinare gli studenti alle discipline STEM perché si comportino come digital-makers mettendo in gioco il proprio talento e il proprio valore aggiunto al servizio della collettività”, dichiara Giovanni Boda, direttore generale della direzione per lo studente, l’integrazione e la partecipazione del Ministero dell’istruzione. Il Pacinotti con “SHOWTABLE” è tra i nove finalisti e riceverà un attestato di eccellenza per la qualità di progetti ideati dai propri studenti. Il progetto SHOWTABLE, sviluppato da cinque ragazzi delle terze classi d’informatica ed elettrotecnica, coordinati dal professor Giuseppe Piepoli e che consiste in un tavolo interattivo, pilotabile con un’APP attraverso tecnologica Bluetooth che può essere utilizzato principalmente per soggetti che hanno patologie visive. Quando su questo tavolo interattivo si poggia un oggetto, la zona interessata s’illumina di una luce di colore e intensità selezionabile ed è possibile anche l’emissione di suoni diversi. La buona scuola adesso più che mai deve, secondo l’Agenda 2030, ridurre le disuguaglianze attraverso un’istruzione di qualità. Bisogna tener conto che chi presenta delle disabilità, ha diritto a esprimere le proprie potenzialità, usufruendo di metodologie didattiche innovative e digitali che possano essere utili alla sua inclusione culturale, sociale e lavorativa. Il progetto in questione è un esempio espressivo di come utilizzare il digitale a 360 gradi, non in sostituzione di altre competenze culturali, ma di supporto e di potenziamento di quest’ultime in sinergia. Inoltre, attraverso la metodologia del fare, lo studente domina il senso del suo apprendimento perché affronta un problema, opera concretamente e facendo crea nuove conoscenze. Questo modus operandi permette all’Istituto Pacinotti di svolgere in maniera efficace ed esaustiva il suo ruolo di agenzia formativa sul territorio.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)