CGIL, CISL e UIL: “Stabilizzare precari sanità”

 

pubblicato il 03 Aprile 2020, 18:31
20 secs

In una nota indirizzata al Presidente della Regione Puglia, al Dipartimento promozione della salute, del benessere sociale e dello sport per tutti Regione Puglia e al Direttore Dell’ASL di Taranto le Segreterie territoriali FP CGIL, UIL FPL e CISL FP chiedono l’avvio urgente delle procedure di stabilizzazione per il personale in possesso dei requisiti previsti dalla normativa alla data odierna.

Si tratta di personale appartenente alle professioni sanitarie, circa 200 professionisti tra: Dirigenti medici, dirigenti psicologi, infermieri, assistenti sanitari e OSS.

Le Organizzazioni Sindacali chiedono unitariamente l’immediata stabilizzazione per i professionisti che hanno maturato il requisito del raggiungimento dei 36 mesi di contratto. La stessa richiesta è estesa per tutti i lavoratori che acquisiranno il medesimo requisito nel corso dell’anno.

«Si fa presente – scrivono i sindacati – che il personale che si chiede di stabilizzare fa parte degli “Eroi” che dall’avvio della pandemia, pur in una situazione di precariato lavorativo, sono in trincea nel fronteggiare l’emergenza COVID-19».

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)