Taranto, spaccio di cocaina: un arresto

 

I poliziotti sono intervenuti per sedare una lite familiare ma in quella casa c'era anche la cocaina
pubblicato il 02 Aprile 2020, 15:40
40 secs

Era intervenuto per una lite in famiglia il personale della Squadra Mobile e della Sezione Volanti di Taranto in uno stabile del centro cittadino e invece ne è scaturito un arresto per spaccio di cocaina.
Entrati nella casa segnalata i poliziotti hanno prima identificato il proprietario dell’immobile, un 33enne tarantino con numerosi precedenti penali in compagnia di altre due persone, un uomo ed una donna. Quest’ultima, presentava delle ecchimosi al volto e una ferita sul sopracciglio oltre a varie ecchimosi sulle braccia, conseguenze a suo dire di una caduta.
Il personale a quel punto hanno effettuato una perquisizione domiciliare, trovando, un sacchetto in cellophane contenente 10 grammi circa di cocaina, 170 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio e il materiale per il confezionamento delle dosi.
Il 33enne è stato quindi tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto in carcere. Le altre due persone sono state sanzionate per inosservanza delle disposizioni inerenti al contenimento del contagio da Covid-19.
Le cause dei segni di violenza sul volto della donna, riferiti ai colleghi della Sezione Reati contro la Persona della Squadra Mobile, saranno oggetto di approfondimento da parte dell’Ufficio investigativo della Questura di Taranto.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)