Covid-19, Melucci chiede chiarimenti ad Asl e Prefetto

 

In merito alla riorganizzazione ospedaliera e all'afflusso dei dati sanitari
pubblicato il 20 Marzo 2020, 10:03
2 mins

Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, chiede chiarimenti alla ASL ionica e al Prefetto su alcune questioni importanti.
Alla dirigenza sanitaria, Melucci ha scritto per chiarimenti sulla “riorganizzazione delle strutture sanitarie per misure di ricovero da Covi-19”, evidentemente riferendosi al Piano d’emergenza ospedaliero varato nei giorni scorsi dalla Regione Puglia.
La missiva è indirizzata al Direttore generala della ASL, Stefano Rossi: “Le scrivo in qualità di Presidente della Conferenza dei Sindaci ASL per chiederle, di concerto con i colleghi sindaci, chiarimenti in merito alla riorganizzazione delle strutture ospedaliere della Provincia di Taranto, così come indicate per far fronte alle esigenze sanitarie legate alla pandemia di COVID-19. In queste ore, infatti, sindaci e cittadini hanno avuto modo di leggere alcune note circa la riorganizzazione dei posti letto nel territorio provinciale, note che hanno suscitato interrogativi che meritano di essere rappresentati in trasparenza a cittadini e pazienti”.

Lettera ASL - Richiesta chiarimenti riorganizzazione

Al prefetto Martino, invece, il primo cittadino di Taranto chiede di “assicurare una più efficace gestione dei flussi e dell‘interscambio di dati”. Ecco, in questo caso, la lettera al massimo esponente del Governo in provincia: “In considerazione del contesto emergenziale, legato alla pandemia di COVID-l9, al fine di assicurare una più efficace gestione dei flussi e dell‘interscambio di dati, in funzione dei servizi di assistenza alla popolazione, e vista la nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri a firma del Capo di Dipartimento Borrelli e la relativa trasmissione da parte del Capo di Gabinetto del Ministero dell‘Interno con nota n. 15350/117(2)/Uff III-Prot.Civ., sono a chiederLe che, in osservanza a quanto previsto, siano quotidianamente tramessi a codesto Ente tutte le informazioni e i relativi dati sanitari locali secondo le disposizioni della circolare sopra citata”.

Lettera Prefetto
Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)