TaTA’: la solidarietà tarantina si chiama Biglietto Sospeso

 

pubblicato il 12 Marzo 2020, 12:05
2 mins

Come già riportato alcuni giorni fa, al danno della forzata chiusura dei teatri per la salvaguardia della salute pubblica, per il teatro TaTA’ e quindi per il Crest, si era aggiunta la beffa del furto e degli atti vandalici all’interno della struttura che li ospita. Ma in questo clima cupo la solidarietà ha fatto breccia in molti tarantini, da qui la nota

che riportiamo firmata dal Crest.

“Tempi duri? Sì. Ma nonostante le “distanze”, siete riusciti comunque a farci sentire il vostro abbraccio. Tanti amici ci hanno dimostrato la loro vicinanza, grazie ad un’iniziativa partita direttamente da loro: Biglietto Sospeso, come questo tempo… incerto. Ma la nostra certezza rimane la gente che vuole sostenerci senza indugio e la nostra determinazione ad andare avanti.

Ad oggi, ci sono state tantissime richieste da parte di molti su come fare per aiutare una realtà che tanto ha dato a questa città e, la vostra voglia di dare una mano, è stata la risposta più bella che potessimo avere, una conferma a tanti anni di attività: il teatro ha bisogno di voi, di noi. E quindi, la scelta del Biglietto Sospeso, è stata accolta come un’idea-simbolo: ricevere il vostro calore e restituirlo alla città, dando la possibilità a chi ne fruirà, di incontrarci – perché ci rincontreremo! – vuol essere un modo per condividere bellezza e cultura che posti come il TaTÀ di Taranto sono sempre pronti a difendere e diffondere. Grazie.

Iniziativa Biglietto Sospeso – Iban IT13 J010 0515 8010 0000 0012 912.”

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)