Taranto, Melucci: “Stop ai mercati settimanali”

 

Si valuta la chiusura di ville e parchi, nonchè di impianti sportivi e altri plessi di competenza comunale
pubblicato il 10 Marzo 2020, 18:23
2 mins

“Dobbiamo garantire il rispetto delle indicazioni contenute nei DPCM degli scorsi 8 e 9 marzo, volti al contenimento dell’epidemia da Covid-19. E dove questo non può avvenire per forza di cose, meglio intervenire drasticamente, secondo un principio di massima precauzione ed evitando ogni forma di assembramento”: è quanto affida a una nota stampa il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.

“È per questo che a malincuore, ma per la salute di tutta la comunità, abbiamo deciso di sospendere con apposita ordinanza sindacale odierna tutti i mercati settimanali sul territorio comunale, almeno sino alla data del prossimo 3 aprile – è la decisione assunta dall’Amministrazione comunale -. Insieme alle Forze dell’Ordine stiamo valutando il da farsi con riguardo alle ville e i parchi comunali, mentre analoghi provvedimenti si stanno adottando per gli impianti sportivi e altri plessi comunali, quando non finalizzati alle attività lavorative, sanitarie o comunque necessarie già consentite dalle richiamate norme di Governo”.

“Inoltre, nelle prossime ore prevediamo di emettere ulteriore circolare volta a chiarire il migliore atteggiamento che devono tenere gli esercizi commerciali e i luoghi privati nel Comune di Taranto. Siamo consapevoli che si tratti di un grande ma giustificato sacrificio per tutti noi, un radicale temporaneo mutamento del nostro stile di vita – aggiunge Melucci -. Per tutto questo, ci stiamo interrogando sulle misure economiche e fiscali che potranno essere assunte a sostegno di operatori e categorie della nostra città, nell’attesa che il Governo faccia altrettanto e con maggiore capacità col nuovo DPCM allo studio a Palazzo Chigi. Per esempio, in materia di tributi locali, si provvederà ad inviare gli avvisi di pagamento TARI relativi all’anno 2020 per il pagamento con scadenza non antecedente a giugno. Quindi, gli uffici continueranno ad esaminare le richieste di annullamento/revoca/rettifica dei provvedimenti di accertamento che perverranno nelle prossime settimane, sebbene riferite a provvedimenti definitivi”.

“Nel frattempo – conclude -, torniamo a raccomandare a tutti di restare per quanto possibile nelle proprie abitazioni. I controlli, le sospensioni di licenze e le sanzioni della Polizia Locale saranno costanti e significativi da qui in avanti”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)