Festival del Teatro Dialettale “Alfredo Majorano”: “Il tramonto dell’isola”

 

pubblicato il 01 Marzo 2020, 08:56
3 mins

Ultimo appuntamento con il Festival del Teatro Dialettale “Alfredo Majorano”, organizzato dal Comune di Taranto in collaborazione con la F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori Puglia), con il Teatro Comunale Fusco, con il T.P P. (Teatro Pubblico Pugliese) e la Compagnia teatrale Lino Conte. Questo ultimo appuntamento è previsto per mercoledì 4 Marzo, sempre al teatro Fusco con la compagnia Spazio Teatro che porterà in scena la commedia di Luigi D’Andria “Il tramonto dell’isola”.

In quest’opera, l’autore, dimostra tutto il suo amore per la Taranto di una volta, esplorandone, attraverso i mille risvolti, le problematiche e recuperandone la storia, gli usi e i costumi, ma soprattutto il linguaggio dialettale e con nostalgia, racconta la metamorfosi di una Taranto, che nel corso degli anni ha subito con l’industrializzazione. Una città, che da capitale della Magna Grecia, per la sua cultura e la sua storia, si trasforma in capitale dell’acciaio, perdendo, quindi, quella bellezza naturale e quello splendore tanto decantati da Poeti e scrittori. Insomma, una storia-pretesto, che ha tutto il sapore di una indagine antropologica e D’Andria, che cura anche la regia, ha saputo ben caratterizzare i vari personaggi che si alternano nel racconto, specialmente il ruolo di Mamma Angiuline, anima dell’Isola, sapiente donna, pronta a dare consigli, a districare matasse e a risolvere i problemi di chi si rivolge a lei.

Tantissimi i protagonisti: Irene Carrano, Maria Luna Carrano, Andrea Castiello, Rebecca Gadaleta, Giulia Miccoli, Rebecca Oliva, Giada Palano, Gianluca Palano, Francesco Rizzi, Giorgia Scalone, Davide Spataro, Irene Gigante, Anna Maria Cristofaro, Luana Spadaro, Franco Amandonico, Dora Cristofaro, Dino Spadaro, Pino Lupoli, Mimmo Spataro, Gianni Scarci, Cinzia Mezzina, Alessandra Donvito. La scenografia è stata realizzata dalla stessa compagnia, mentre i costumi sono di Annamaria Cristofaro. Direzione di scena di Tina Auricchio; coreografie di Irene Rusciano. Trucco Adriana D’Andria; audio e luci Davide Spataro.

Ricordiamo, che trattandosi di un festival, la giuria sta valutando con attenzione i lavori delle compagnie. A conclusione, sarà conosciuto il nome della Compagnia vincitrice di questa prima edizione.

Posti numerati: Platea €. 10 – Ridotto: Soci FITA – UILT – Over 65 e bambini fino a dodici anni €. 8 – Galleria €. 8 – Info e prenotazioni 342.710.3959 – 392.309.6037 –

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)