Leonardo Grottaglie, l’azienda conferma gli impegni

 

Incontro in Regione: la produzione degli stabilimenti pugliesi è di eccellenza e non è in discussione alcuna riduzione di lavoro e di occupati
pubblicato il 14 Febbraio 2020, 17:00
3 mins

Si è svolto oggi negli uffici dell’assessorato un incontro tra i vertici del gruppo Leonardo S.p.a., rappresentato per l’occasione da Paolo Messa, capo delle relazioni esterne, e dai dirigenti Somma, Cacucci e Gigante. Per la Regione erano presenti  l‘assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino, il capo dipartimento professor Laforgia, il presidente della task force regionale per l’occupazione Leo Caroli e la dirigente di sezione crisi industriali, Biancolillo.

“Si è trattato dell’incontro, da noi richiesto per fare il punto sulle iniziative di sviluppo riguardante i siti produttivi pugliesi – ha ricordato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Mino Borracino -. È stato un incontro svoltosi in un clima di cordialità che ha suggellato la volontà della Regione e dell’azienda di continuare nel percorso di piena collaborazione istituzionale”.

“Nello scorso mese di gennaio, dato che si era diffusa la preoccupazione, da parte sindacale, per un ventilato abbassamento del rate produttivo della Boeing, con conseguenze negative sul piano occupazionale, pur prendendo atto che dalla Leonardo era giunta la pronta smentita di ogni ipotesi del genere, abbiamo rinnovato la richiesta di calendarizzare un incontro, al fine di riattivare il confronto sulle strategie di sviluppo del gruppo Leonardo S.p.a. in Puglia – ha spiegato Borracino -. Già l”intervista di oggi al dott. Paolo Messa, responsabile delle relazioni istituzionali dell’azienda, apparsa sulla Gazzetta del Mezzogiorno ha avuto il merito di rassicurare le Istituzioni e i lavoratori sulla solidità e sulla eccellenza degli insediamenti produttivi pugliesi, che la Leonardo intende non solo salvaguardare, ma rafforzare”.

L’incontro si è concentrato sui piani di sviluppo che l’azienda prospetta per la Puglia. In sintesi, è stata l’occasione per fare il punto sulla situazione complessiva riguardante questa importante realtà imprenditoriale, presente sul territorio con gli stabilimenti produttivi di Brindisi, Foggia, Taranto e Grottaglie, con oltre 3000 dipendenti diretti, che salgono a oltre 7000 se si comprende l’indotto, e che rappresenta uno dei più rilevanti asset del comparto dell’aerospazio pugliese.

Confermato l’impegno per Foggia nel contratto di sviluppo voluto dal presidente Emiliano e dal premier Conte, confermati pure  le attenzioni per assicurare  per gli stabilimenti di Grottaglie Taranto e Brindisi nessuna perdita occupazionale oltre che di ulteriori interventi di crescita. L’azienda nel suo complesso a comunque smentito ogni ipotesi di ridimensionamento.

Da parte nostra abbiamo ribadito la massima disponibilità della Regione Puglia a confrontarsi e a collaborare con questa realtà imprenditoriale per offrire tutti gli strumenti utili e le migliori condizioni affinché possa ancora crescere e a produrre ricadute positive in termini di buona occupazione per il territorio – ha concluso Borrancino -. Ci siamo lasciati con l’impegno di incontrarci il prossimo mese anche in occasione della Fiera internazionale dell’aerospazio che si terrà a Grottaglie per ulteriori step sulle politiche industriali che l’importante azienda intende mettere  in campo in Puglia“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)