ArcelorMittal, Confindustria in presidio con imprese indotto

 

Ci sarebbero nuovamente ritardi nei pagamenti delle fatture da parte della multinazionale
pubblicato il 29 Gennaio 2020, 18:05
17 secs

Le imprese dell’indotto ex Ilva di Taranto si sono autoconvocate per domani mattina alle ore 10 davanti alla palazzina della Direzione del siderurgico di Taranto denunciando una “persistente situazione di impasse riguardante i pagamenti da parte di ArcelorMittal Italia“. E’ quanto rende noto la sezione locale di Confindustria, segnalando nuovi ritardi nel ristoro dei crediti alle imprese. Si parla di circa 30 milioni di euro e di un paio di mesi di arretrati.

Già una decina di giorni fa un gruppo di autotrasportatori dell’indotto che lavora con ArcelorMittal manifestò per le stesse ragioni davanti alla portineria imprese. La protesta rientrò dopo un incontro con la dirigenza che aveva garantito il ristoro dell’80% dello scaduto. Confindustria prese le distanze da quell’iniziativa in quanto aveva ricevuto rassicurazioni dall’azienda, ma i ritardi nei pagamenti starebbero proseguendo. Il problema si sta riproponendo e l’associazione degli industriali annuncia che domani sarà ancora al fianco delle imprese nella nuova manifestazione di protesta.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)