Ricostruzione di via Matrice a Ginosa, Liviano presenta interrogazione

 

Interrogazione urgente a risposta scritta per chiedere aggiornamento sulla ricostruzione della via d'accesso alla Gravina
pubblicato il 17 Gennaio 2020, 17:20
3 mins

A distanza di sei anni, ormai, dal crollo del 21 gennaio 2014 avvenuto in una parte di via Matrice a Ginosa, i lavori per la ricostruzione e la stabilizzazione della stessa sembrano segnare il passo. Una situazione che non può continuare ad andare avanti nel silenzio assordante delle istituzioni”. Pertanto, il consigliere regionale Gianni Liviano ha indirizzato una interrogazione urgente a risposta scritta al presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, all’assessore regionale ai Lavori pubblici, Giovanni Giannini, e per conoscenza al presidente della Giunta regionale, Michele Emiliano. 

Ai tre esponenti Liviano chiede di sapere se intendono assumersi l’onere “di sbloccare i lavori di ricostruzione e stabilizzazione di via Matrice che sono ancora in attesa della progettazione esecutiva e della gara successiva”. 

La storia di via Matrice a Ginosa è una storia che, come già detto, si trascina da sei anni ormai, quando eventi calamitosi ne determinarono il parziale crollo. “Con il finanziamento del dirigente del servizio Protezione civile Regione Puglia di 1,1 milioni di euro, parzialmente usato, – spiega Liviano nell’interrogazione – sono state solo sgomberate le macerie, avviate le procedure di esproprio e pagati i canoni di affitto per le persone colpite da decreto di inagibilità delle loro residenze. A maggio del 2018 il VI Ufficio tecnico del Comune di Ginosa affidava l’incarico per la redazione della progettazione, sino al livello esecutivo, e di coordinamento della sicurezza, in fase di progettazione, degli ulteriori interventi di messa in sicurezza sul costone di via Matrice. Da allora – aggiunge il consigliere regionale tarantino – si è arrivati a settembre 2019 quando il sindaco di Ginosa rendeva nota la pubblicazione del bando di gara per l’appalto dei servizi tecnici di ingegneria e architettura relativo alla progettazione definitiva ed esecutiva, il coordinamento della sicurezza di entrambe le fasi e la direzione dei lavori per le opere di mitigazione del rischio geomorfologico di Ginosa e, in particolare, di via Matrice. Nonostante questo, la storica e bellissima via di accesso al cuore delle due Gravine di Ginosa è ancora tutta da ricostruire”. 

Di qui la richiesta alla Regione alla quale, sempre nell’interrogazione, il consigliere Liviano chiede se le risulta la volontà del Comune di Ginosa “di realizzare una sola isola pedonale sulla via Matrice” e se intenda intervenire perché l’amministrazione comunale “renda pubblici i carteggi relativi agli interventi in programma per la ricostruzione e stabilizzazione di via Matrice”.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Un Commento a: Ricostruzione di via Matrice a Ginosa, Liviano presenta interrogazione

  1. Salvatore Raimondi

    18 Gennaio, 2020

    La zona delle gravine di Ginosa è un posto bellissimo cercate per cortesia di valorizzarlo il meglio possibile e di cominciare i lavori per accedere in via matrice e non solo…grazie

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)