Ex Ilva, Rls Fiom denunciano manto stradale ammalorato

 

"Strade stabilimento pieno di buche larghe e profonde anche diverse decine di centimetri, spesso colme di acqua, che non permette una circolazione in sicurezza"
pubblicato il 17 Gennaio 2020, 18:07
44 secs

I rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza della Fiom Cgil denunciano in una nota “le condizioni di grave rischio a cui sono esposti tutti i lavoratori che a vario titolo percorrono le strade di stabilimento. Il manto stradale è talmente ammalorato e pieno di buche larghe e profonde anche diverse decine di centimetri, spesso colme di acqua, che non permette una circolazione in sicurezza. Anche lo “Stradone Direzione”, storicamente quello tenuto in condizioni migliori, in alcuni tratti è ben oltre il praticabile“.

Si aggiunga anche che il trasporto di materiali su gomma avviene caricando i mezzi ben oltre le sponde e senza che questi Circolino sempre con le opportune coperture. Tale anomalia, più volte fatta presente in riunioni di sicurezza, unita spesso ai limiti di velocità non sempre rispettati, determina cospicue perdite di materiali che determinano un rischio alla sicurezza della percorribilità delle strade oltre che un problema di natura ambientale” affermano gli Rls Fiom.

Inoltre “segnaliamo la carenza di mezzi aziendali, ulteriormente aggravatasi nei mesi, su cui attendiamo cronoprogramma di approvvigionamento dal Settembre scorso (più volte informalmente sollecitato) come da verbale Taskforce n°6 del 25 Luglio 2019” concludono. “Chiediamo pertanto di ripristinare nell’immediato Ie adeguate condizioni di sicurezza, in assenza delle quali già nei prossimi giorni si metteranno in campo ulteriori iniziative“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)