Riunione dell’Osservatorio per il monitoraggio degli incidenti stradali

 

Presieduta dal Prefetto, finalizzata ad analizzare il fenomeno dell'incidentalità causata da guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti
pubblicato il 16 Gennaio 2020, 17:25
2 mins

Si è svolta, questa mattina, in Prefettura una riunione dell’Osservatorio provinciale per il monitoraggio degli incidenti stradali, presieduta dal Prefetto Demetrio Martino, finalizzata ad analizzare il fenomeno dell’incidentalità causata dalla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, individuando le dinamiche maggiormente ricorrenti della relativa sinistrosità.

A tal fine il Prefetto ha posto l’accento sulla necessità di rafforzare gli interventi in campo, finalizzati alla prevenzione e repressione delle condotte che rappresentano le principali cause di incidenti stradali con lesioni, pur in presenza di un decremento degli eventi più gravi (incidenti rilevati dal Comando di Polizia Stradale: 22 causati da guida in stato di ebbrezza alcolica e 2 incidenti causati da guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti, di cui solo uno mortale, nel 2019, a fronte di 25 incidenti causati da guida in stato di ebbrezza alcolica e 7 incidenti causati da guida in stato di alterazione psico-fisica rilevati nel 2018) .

Pertanto, seppure la Provincia di Taranto da questo punto di vista non versi in una situazione di carattere emergenziale, occorrerà coagulare gli sforzi per abbattere ulteriormente il numero degli stessi.

Sarà necessario in tal senso un incremento dei servizi di controllo, che dovranno essere localizzati principalmente in prossimità dei luoghi di maggiore aggregazione, quali discoteche e bar, nonché la predisposizione di ulteriori campagne di formazione nelle scuole e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui rischi elevatissimi, di cui spesso non si ha una concreta percezione, derivanti dal porsi alla guida in menomate condizioni psico-fisiche dovute all’assunzione di alcol o sostanze psicotrope.

Presenti all’incontro il presidente della provincia di Taranto, i rappresentanti della Questura di Taranto, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando Provinciale Guardia di Finanza, della Polizia Stradale e del Compartimento ANAS, nonché i comandi di Polizia Municipale dei comuni ricadenti nella Provincia.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)