Alla Sea Watch 3 assegnato il porto di Taranto

 

La conferma arriva dal Viminale. Felciità da parte dell'equipaggio della nave e dei migranti presenti a bordo
pubblicato il 14 Gennaio 2020, 17:00
53 secs

In seguito alle richieste avanzate, all’ Open Arms e alla Sea Watch 3 sono stati assegnati, rispettivamente, i porti di Messina e Taranto.

Francia, Germania, Portogallo e Irlanda hanno già dato la loro disponibilità ad accogliere i richiedenti asilo a bordo.

La disponibilità è stata offerta sulla base dell’apertura della procedura di ridistribuzione dei migranti a livello europeo avviata dalla Commissione UE anche sulla scorta del pre-accordo di Malta.

Siamo felici – commenta Sea Watch via twitter che i nostri ospiti possono finalmente passo sulla terra sicura, ma c’è ancora molto che deve essere cambiato: dagli opachi accordi con la Libia agli abusi sui migranti finanziati dall’Ue“. 

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)