Aria di Natale con “Hathor Plectrum Quartet” e “Ad libitum”

 

pubblicato il 05 Gennaio 2020, 09:12
4 mins

Una formazione insolita composta da due mandolini, una chitarra ed una mandola per un concerto eterogeneo del quartetto internazionale “Hathor Plectrum Quartet”che si è tenuto nella parrocchia di San Pasquale Baylon, con l’intervento del “Coretto Ad libitum”. Un abbinamento nuovo con un coro a cappella che è seguito all’esecuzione di una serie di brani del repertorio natalizio, italiano, francese, celtico, napoletano e di colonne sonore tratte dai film ‘La vita e bella’ e ‘Mission’.

Pubblicato nel 1823, di estrazione popolare francese, il primo brano eseguito, il quartetto poi ha fatto incursione nel panorama musicale italiano. Il portavoce del quartetto racconta la genesi del pezzo, raccontando la leggenda che lo circonda e pare che nel 1754 un sacerdote fosse ospite di un suo omologo, don Michele Zambardella, le cronache lo riportano ad Apericena, nel foggiano, altri a Nola, in provincia di Napoli, i musicisti con spirito campanilistico preferiscono ambientare la storia in Puglia.

Si era nel periodo natalizio e il cosiddetto ‘don Alfonso’ stava scrivendo un brano per il quale avrebbe istruito il coro per la notte di Natale e lo fischiettava; don Michele lo ascoltò e si convinse subito che fosse meraviglioso, chiese allora di poterlo ricopiare ma don Alfonso rifiutò, promettendogli di concederglielo solo dopo la prima esecuzione, dopodiché mise sottochiave lo scritto e si recò a seguire le prove.

Don Michele però contravvenendo alla decisione del suo ospite lo ricopiò e raggiunse don Alfonso che, durante le prove, finse di non ricordare il brano. Per cui chiese ad un chierichetto di farsi consegnare da don Michele la copia del testo. Con non poco imbarazzo il trafugatore capì di essere stato scoperto e si convinse che don Alfonso fosse davvero in odore di santità, perché oggi le cronache ce lo consegnano come Sant’Alfonso Maria De Liguori ed il brano in questione è ‘Tu scendi dalle stelle’.

Gli aneddoti si susseguono riportando le origini delle composizioni che sono state eseguite come l’introduzione della chitarra anche durante le funzioni quando l’organo si rifiutò di collaborare la notte di Natale in una chiesa tedesca del 1818 e che diede origine a ‘Stlle nacht’; mentre negli Stati Uniti 1932 fu composto in White Christmas, il brano più inciso al mondo.

Il concerto ha dato poi spazio al  “Coretto Ad libitum”, nato come voci dispari, cioè sia maschili che femminili, in occasione dell’inaugurazione della pinacoteca un anno fa, oggi è composto solo da voci femminile, con il tocco maschile del direttore d’orchestra, Andrea Cianca.

Dedito ad esibirsi anche per beneficenza e per allietare coloro che vivono condizioni meno fortunate, l’ensemble ha una marcia in più rispetto ad un coro amatoriale, limpido e ben armonizzato, grazie anche al direttore, testimonia che l’aggregazione e l’amore per la musica può essere foriera di esperienze soddisfacenti e gratificanti in senso personale, collettivo e sociale.

La loro esibizione è stata improntata quasi totalmente su un repertorio tratto dalla tradizione natalizia americana, i cosiddetti Christmas carrol, ancor più apprezzati perché insoliti rispetto ai pezzi più diffusi.

La serata è stata voluta da Padre Vincenzo Chirico e Frate Francesco Zecca che spesso danno spazio a manifestazioni culturali che accrescono l’offerta del panorama degli eventi tarantini di spessore.

Condividi:
Share
Laureata in Lettere Moderne. Giornalista. Ha partecipato al Corso di Giornalismo dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia. 2 figli. Ha lavorato per alcune emittenti televisive locali: Videolevante, Studio 100, Telerama, Jotv, Tele.5 (in qualità di direttore). Ha collaborato con Taranto Sera, Voce del Popolo, Paese Nuovo (allegato de L'Unità), Pigreco, Tarantoggi, Primaveraradio (circuito Popolare Network), Magazine (in qualità di direttore), Edili, Radiocittadella. Ha curato numerosi uffici stampa, tra cui il Comune di Lizzano e l'Associazione Musicale della Magna Grecia, Magna Grecia... il Premio (Provincia di Taranto), Crest, VIALIBERA. Ha condotti programmi televisivi e radiofonici.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)