Vertenza Auchan, l’ad di Conad conferma 3.105 esuberi

 

L'amministratore delegato durante la presentazione dei dati economici del 2019 del gruppo parla dell'acquisizione del gruppo Auchan
pubblicato il 18 Dicembre 2019, 16:35
4 mins

Gli esuberi previsti da Conad nell’assorbimento della rete Auchan sono 3.105. La conferma arriva direttamente dall’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese, alla presentazione dei dati economici 2019 del gruppo. “Abbiamo quasi dimezzato la cifra iniziale, il saldo zero è impossibile e lavoriamo per arrivarci vicino. Il sindacato – ha sottolineato – dovrebbe rendersi conto che Auchan perdeva 1,1 milioni al giorno e che non siamo un fondo di investimento ma un’impresa italiana che sta cercando di salvare il maggior numero dei dipendenti. Abbiamo già 5 quartieri generali regionali, non ce ne serve un sesto, ma prendiamo le persone valide. Non si può fare un’operazione con Auchan e mantenerla com’è per farle perdere 1,1 miliardi, faremmo ammalare anche Conad“. 

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2019/12/17/2vertenza-auchan-conad-nulla-di-fatto-confermato-lo-sciopero/)

Oggi – ha proseguito Pugliese – siamo a 3.092 dipendenti già messi in sicurezza, dimezzando il numero iniziale, e dobbiamo dare soluzione alternativa a 3.105 persone“. Il manager ha spiegato che verranno trasferiti “altri 27 punti vendita a Conad e per ricollocare gli esuberi stiamo privilegiando i dipendenti ex Auchan in altre realtà commerciali nelle aree di quei centri. Si sta parlando tanto di Ilva per chi assume dipendenti in cassa integrazione – ha spiegato – e stanno prevedendo il raddoppio degli sgravi per chi riassume. Non lo vogliamo per il Gruppo Auchan – ha precisato – ma forse è il caso che per la ristrutturazione dei grandi centri commerciali il Governo ci pensi e la preveda. Mi sarei aspettato questa proposta dalle organizzazioni sindacali, – ha detto in polemica con queste ultime – e non da una organizzazione datoriale“.

Auchan – ha spiegato – chiuderà con perdita dell’8% sul fatturato anche per gli scioperi, aumentando così il rischio per i punti vendita. Se non andiamo veloce – ha detto – rischiano di chiudere perché non saranno più sostenibili né per noi né per altri“. Quanto al progresso sugli esuberi ci sono 230 dipendenti “in area di pensionamento o prepensionamento, poi altri 30 che vogliono diventare imprenditori di Conad“. “Nei 66 punti vendita passati da noi – ha indicato Pugliese – sono stati assorbiti tutti i dipendenti e lo stesso è avvenuto nei 28 punti passati a Carrefour, perché lo abbiamo preteso. I numeri – ha precisato – si stanno per abbattere, ma qualcuno non vuole discutere di questo. Apriremo una mobilità incentivata a partire dalla Lombardia – ha aggiunto – e il punto chiave è quello degli ipermercati, dove non ci sarà nessuno degli spazi eccedenti che non avrà un dipendente di Auchan“. Inoltre “tutta la parte non-alimentare sarà gestita da persone ex- Auchan. Garantire il saldo sia zero per la struttura che abbiamo è impossibile – ha concluso – ma siamo certi di poterci arrivare vicino e stiamo chiedendo una mano per questo anche ai nostri produttori“. 

Conad ha chiuso il 2019 con un fatturato di 14,3 miliardi di euro e una crescita del 5,9%, grazie all’alimentare (+1,8% in media nella Gdo). Un risultato ottenuto indipendentemente dall’acquisizione di Auchan, ha sottolineato l’amministratore delegato Francesco Pugliese, che ha indicato che allo scorso 30 novembre hanno cambiato insegna i primi 66 punti vendita. Quanto a quota di mercato, nel 2019 Conad ha tallonato il colosso Coop (13,4%) raggiungendo il 13,3%. Pugliese ha poi sottolineato l’incremento dell’occupazione di 3.582 addetti, comprensivi di quelli del gruppo Auchan, sottolineando che “complessivamente diamo lavoro a 59.587 addetti, a cui andrebbe aggiunto l’indotto“.

(leggi tutti gli articoli sulla vertenza Auchan https://www.corriereditaranto.it/?s=auchan)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)