Dalla Giunta regionale ok a Taranto ‘Laboratorio del Mare’

 

L'obiettivo è la creazione di un polo formativo di eccellenza per la blue economy, la nautica e la marineria a Taranto
pubblicato il 16 Dicembre 2019, 18:36
4 mins

La Giunta regionale ha approvato la proposta per la città di Taranto “Laboratorio del mare” mare e nautica Taranto, per il polo formativo di eccellenza per la blue economy, la nautica e la marineria a Taranto.

Lo scorso 18 ottobre, nella sede dell’Its per la Logistica Puglia, all’interno del Cisi Taranto, i rappresentanti del Politecnico di Bari (prof. Mario Massimo Foglia), dell’istituto Archimede di Taranto (prof.ssa Patrizia Capobianco), dell’Its per la Logistica Puglia (dott. Silvio Busico), dell’Its per l’Industria della ospitalità e del turismo (prof.ssa Giuseppina Antonaci), venne sottoscritto il protocollo d’intesa che dettava le linee alla base di questo importante progetto.

L’obiettivo è la creazione di una scuola di alta formazione del mare; alla sinergia tra il mondo accademico e quello del lavoro; al potenziamento dell’attrattività tecnologica, formativa e industriale del territorio grazie alla presenza di un’area cantieristica da diporto; a un Laboratorio di rispetto sociale; a un Laboratorio di promozione dei turismi.

Per quanto riguarda le rispettive competenze, l’Università di Bari, attraverso il BaLab ed il Polo Scientifico Tecnologico Magna Grecia afferente al Dipartimento di Biologia, metterà a disposizione un team multilivello, pluridisciplinare ed eclettico, costituito da Chief e Project Manager, personale interno e professionalità esterne all’Università con esperienza nella conduzione di gruppi; docenti e consulenti, coinvolti nella fase di formazione in specifici ambiti disciplinari; Communication Officer, per campagne di comunicazione per la divulgazione delle attività e per la promozione della cultura d’impresa come interfaccia con l’esterno.

Il Politecnico di Bari, invece, metterà a disposizione le professionalità intese quali corpo accademico per sviluppare formazione e ricerca nell’area culturale legata al mondo nautico all’interno delle attività accademiche in stretta collaborazione con il network industriale e imprenditoriale.

L’Istituto Archimede di Taranto metterà a disposizione gli spazi fisici di cui dispone, incluso il Laboratorio territoriale per l’occupabilità (Open Space, laboratorio di simulazione navale, laboratorio  planetario, laboratorio monitoraggio marino, laboratorio impianto pilota di biologia marina,  laboratorio di educazione marinara,  di far lab, di tappezzeria nautica).

Fondamentale, anche, la partecipazione dei due Its. Quello della Logistica metterà a disposizione laboratori di realtà aumentata già in dotazione e alte professionalità per la co-progettazione formativa di percorsi professionali legati alla cantieristica navale; quello l’Istituto Turismo e l’Ospitalità fornirà professionalità specializzate nella co-progettazione formativa di percorsi professionali legati alla cantieristica navale grazie all’esperienza in corso relativa al percorso di tecnico superiore specializzato nel management della filiera dell’economia del mare con particolare riferimento a quella turistico-navale.

Per la promozione, l’accompagnamento e lo sviluppo della nuova filiera di formazione nautica, della pesca e della maricoltura sostenibile sarà costituito un gruppo di coordinamento paritetico che si incontrerà periodicamente per una condivisione dello stato di avanzamento e degli sviluppi dell’iniziativa, definendo eventualmente specifiche ulteriori intese volte a favorire l’attuazione del protocollo d’intesa.

Parte integrante del filiera sarà una serie di iniziative ed eventi finalizzati alla diffusione della cultura del mare, alla sensibilizzazione del territorio rispetto alle tematiche della sostenibilità, all’organizzazione di iniziative in sinergia con i laboratori di contaminazione di Taranto e il BaLab finalizzate all’accompagnamento all’autoimprenditorialità e alla creazione di start-up per attività di produzione e servizi legati alla nautica e al mare anche quale risorsa turistica.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)