E’ morto Giovanni Bertini, ex rossoblu, vittima della SLA

 

Una breve parentesi nel Taranto, nel 1974, durante la presidenza di Giovanni Fico
pubblicato il 03 Dicembre 2019, 18:35
40 secs

Si è spento questa mattina in una clinica romana Giovanni Bertini, ex calciatore – tra le altre – di Roma, Fiorentina, Ascoli, Catania, Benevento. Nel giugno 2016 gli era stata diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica, è morto all’età di 68 anni.
Bertini, 68 anni, detto “Giovannone” giocò da difensore negli anni ’70. Cresciuto nell’Ostiense, arrivò nella Roma di Marchini ed esordì in A non ancora 19enne, il 14 dicembre 1969 (in Fiorentina-Roma 2-2). Nella stagione successiva le presenze si dimezzarono e nel novembre del ’71 venne ceduto in prestito all’Arezzo, dove disputò 7 gare in serie B. Rientrato a Roma, collezionò altre 20 presenze nelle 2 stagioni successive prima di essere ceduto al Taranto. In carriera ha totalizzato 54 presenze in A e 29 in B. E’
stato anche opinionista, tra le altre emittenti, di Tv2000. La Roma lo ha ricordato questa mattina con un tweet.
Al Taranto arrivò nel giugno del 1974. Erano gli anni della presidenza Fico. In rossoblu rimase solo quattro mesi, collezionò appena 3 presenze prima di essere trasferito all’Ascoli. In quella squadra c’erano Mario Biondi, Aristei, Capra, Jacomuzzi, Selvaggi, Morelli, Romanzini, Listanti, tanto per citarne alcuni. L’allenatore era Guido Mazzetti.
Spesso, come accennato, era opinionista alla trasmissione “Il Processo dei Tifosi” condotta da Max Leggeri, ogni venerdì sera su Teleroma 56.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)