Concluse oggi operazioni bonifica ordigno bellico di Grottaglie

 

Tra ieri e stamane le operazioni di disinnesco, rimozione e brillamento di un residuato bellico americano della seconda guerra mondiale
pubblicato il 02 Dicembre 2019, 17:33
2 mins

Si sono concluse con successo questa mattina, con l’attività di brillamento, le operazioni di bonifica relative all’ordigno bellico rinvenuto nell’area dell’aeroporto di Grottaglie, una bomba di aereo da 300 libbre di fabbricazione americana.

Ieri, 1 dicembre,  si è svolta la  prima fase delle operazioni, il così detto despolettamento, effettuato nel luogo del ritrovamento. L’intervento, ad opera degli artificieri dell’ 11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, ha richiesto una serie di misure di sicurezza pianificate durante alcune riunioni coordinate dal Prefetto Antonella Bellomo.

In occasione dell’attività rimozione e di trasferimento, il Prefetto, in via cautelare, ha disposto lo sgombero di alcune abitazioni, dei siti industriali  e delle strutture militari ubicate nell’area interdetta calcolata, secondo le indicazioni fornite dai militari, entro il raggio di 1700 metri dall’ordigno.

Sono state altresì disposte limitazioni alla circolazione stradale e ferroviaria, al trasporto pubblico e al traffico aereo, per le vie di comunicazione che ricadono nelle citate aree.

Il dispositivo applicato è stato concordato nel corso di alcune riunioni, coordinate da Prefetto, con la partecipazione di tutte le componenti del sistema di Protezione Civile, del Genio Guastatori dell’Esercito e delle società erogatrici di servizi.

L’evento della bonifica  è stato seguito dalla sala operativa della Prefettura, in costante contatto con l’ICP ( Incident Control Point ) costituito nei luoghi degli interventi.

Dopo il disinnesco della spoletta l’ordigno è stato trasferito, a cura dei militari artificieri, in una cava sita nel territorio di San Giorgio Jonico, ove questa mattina è avvenuto il brillamento. Anche in questa circostanza, al fine di consentire lo svolgimento in sicurezza delle operazioni, è stata disposta l’interdizione  della viabilità nel raggio di 500 metri ed è stato emesso un ulteriore apposito notam per il sorvolo aereo.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)