TEDx Taranto: dal 27 al 29 la terza edizione, ampiamente rinnovata

 

Gli organizzatori: «Vogliamo essere una finestra sul mondo»
pubblicato il 22 Novembre 2019, 13:51
4 mins

Ritorna nuovamente a Taranto il TEDx (qui e qui la cronaca delle prime due edizioni), marchio di conferenze che in giro per il mondo trattano, secondo il motto, «ideas worth spreading», «idee che vale la pena diffondere». L’edizione 2019 del TEDx Taranto, presentata questa mattina, si preannuncia diversa e più ampia rispetto alle precedenti. Quest’anno, infatti, TEDx sarà abbinato a #BeAlternatives, evento che negli anni passati si svolgeva a Mesagne.

Tre giorni di incontri

Si tratterà di una tre giorni, che impegnerà i partecipanti dal 27 al 29 novembre. Il programma, illustrato dall’organizzatore Francesco Giuri, prenderà il via dalle scuole. Il primo giorno, infatti, dieci dei diciotto ospiti internazionali parleranno in sette scuole della provincia: Mediterraneo, Battaglini, Pacinotti, Aristosseno, Liside, Ferraris e Don Milani-Pertini. A seguire, il 28, le sale della Camera di Commercio ospiteranno per tutta la giornata tavole rotonde, incontri, presentazioni di libri. Il gran finale, il 29 novembre, avrà come sede il palcoscenico del Teatro Fusco, che ospiterà il TEDx. I diciotto relatori (tutti con esperienze lavorative internazionali, molti provenienti dalle rive dei due mari) racconteranno le proprie esperienze secondo la formula ormai collaudata delle conferenze TED. All’evento sarà abbinato anche un programma di colloqui di lavoro, a cui sarà possibile iscriversi sul sito www.bealternatives.com.

L’ambizione: una finestra sul mondo

L’obiettivo dichiarato dell’evento è, come già negli scorsi anni, quello di rappresentare una finestra sul mondo, presentando esempi positivi che spianino la strada per una visione alternativa del futuro della città. è stato questo l’aspetto maggiormente sottolineato anche dai rappresentanti delle istituzioni che patrocinano l’evento: l’assessore Mino Borraccino per la Regione Puglia, l’assessore Gianni Cataldino per il Comune di Taranto e il presidente Luigi Sportelli per la Camera di Commercio di Taranto. Quest’ultimo ha voluto proporre tre parole-chiave per il futuro della città: “alternativa” – bisogna risolvere una volta per tutte il problema Ilva ma soprattutto bisogna costruire un’alternativa al vecchio modello produttivo; “visione” – andare oltre gli obiettivi fissati dall’emergenza contingente e iniziare a pianificare un futuro basato sugli indicatori del BES, il Benessere Equo e Sostenibile; “tecnologia e impresa” – la trasformazione digitale deve essere uno sprone per guardare più lontano.

Borraccino: presto il via concreto alla ZES Ionica

Più ancorato alla contingenza l’intervento dell’assessore regionale Boraccino, che ha colto l’occasione dei saluti di rito per confermare che con ogni probabilità venerdì prossimo, oltre al TEDx ci sarà anche il primo incontro dell’ufficio di coordinamento della ZES Ionica, su cui la Regione sta chiedendo nuovi interventi al Governo (leggi qui).

Intanto ci prepariamo a vivere l’evento, che nelle intenzioni degli organizzatori dovrà avere una valenza bidirezionale: non solo promuovere a Taranto il positivo del Mondo, ma anche promuovere nel Mondo il positivo di Taranto. Un’attività quanto mai necessaria.

Per il programma dettagliato e i profili dei relatori internazionali si rinvia al sito www.bealternatives.com.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)