Ex Ilva, la Procura di Milano apre inchiesta

 

Si ravvede "preminente interesse pubblico alla difesa livelli occupazioni, necessità economico-produttive del Paese, agli obblighi del processo di risanamento ambientale"
pubblicato il 15 Novembre 2019, 13:49
33 secs

La Procura di Milano apre un’inchiesta sull’ex Ilva ravvisando “in preminente interesse pubblico relativo alla difesa dei livelli occupazionali, alle necessità economico-produttive del Paese, agli obblighi del processo di risanamento ambientale“. È quanto si legge in una nota firmata dal procuratore di Milano, Francesco Greco.

La procura di Milano, ravvisando un preminente interesse pubblico relativo alla difesa dei livelli occupazioni, alle necessità economico-produttive del Paese, agli obblighi del processo di risanamento ambientale, ha deciso di esercitare il diritto/dovere di intervento, previsto dall’ultimo comma dell’articolo 70 cpc, nella causa di rescissione del contratto di affitto promossa dalla società ArcelorMittal Italia contro l’amministrazione straordinaria dell’Ilva“, scrive il procuratore Greco. In questo quadro, si specifica che “il procuratore ha invitato il coordinatore del secondo dipartimento dottor Romanelli a studiare le modalità di intervento che sarà seguitò dai sostituti procuratori di Milano Civardi e Clerici, titolari del procedimento relativo alla bancarotta della società Ilva“.

Al momento non risultano essere presenti nel fascicolo né ipotesi di reato né indagati.

(clicca qui per leggere il testo del procuratore di Milano Comunicato stampa 15.11.2019

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)