Ex Ilva, Usb incontra Patuanelli. “Abbiamo esposto nostro progetto chiusura”

 

Dell'area a caldo e piano straordinario di bonifiche che tuteli occupazione e reddito. Ministro conferma intenzioni Arcelor su esuberi
pubblicato il 05 Novembre 2019, 17:21
32 secs

Abbiamo avuto modo di esporre al Ministro la nostra proposta per il gruppo ed in particolare per lo stabilimento di Taranto, ovvero la pianificazione della chiusura dell’area a caldo ed un progetto straordinario di intervento pubblico delle bonifiche ambientali per nuova occupazione, difesa del reddito e la salvaguardia dei posti di lavoro”. Lo riferiscono il segretario nazionale dell’Usb Sergio Bellavita e il coordinatore provinciale di Taranto Francesco Rizzo dopo aver incontrato il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli sul tema dell’ex Ilva alla luce della decisione della multinazionale Arcelormittal di rescindere il contratto e restituire lo stabilimento alla gestione commissariale. L’Usb ha espresso “la netta contrarietà – annotano Bellavita e Rizzo – ad un provvedimento di legge che reintroduca l’immunità penale. Il Ministro nell’assicurarci che a breve convocherà un tavolo con la presenza di tutte le organizzazioni sindacali, azienda e istituzioni locali, ha tenuto a sottolineare che il Governo ha dato piena rassicurazione ad Arcelor della disponibilità ad affrontare i problemi denunciati. Ha riferito inoltre che ArcelorMittal – concludono – aveva comunicato al governo la volontà di dichiarare un esubero strutturale di circa 4000-5000 lavoratori“. 

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)