Taranto ospite della Gelbison con in testa solo i tre punti

 

pubblicato il 02 Novembre 2019, 14:56
3 mins

Scampagnata, si fa per dire, nella ridente Vallo di Lucania per il Taranto del Panarelli bis che in questa occasione contro la Gelbison – e fa notizia…. – sarà sostenuto anche dai tifosi rossoblù ai quali è stata concessa la trasferta libera.

La società salernitana, dagli stessi colori sociali del Taranto, occupa la decima posizione in classifica con tredici punti ottenuti in nove partite frutto di tre vittorie, quattro pareggi, due sconfitte. Sette sono i gol realizzati e soltanto tre gol quelli subiti; proprio la difesa è il punto di forza della formazione cilentana, dato che sinora è la meno battuta del girone H ed addirittura di tutti i campionati dalla serie A alla serie D. Tra l’altro le tre reti al passivo sono arrivate nelle ultime due trasferte a Nocera Inferiore (1) e Cerignola (2).

In casa, invece, non ha mai preso gol e questa è una brutta notizia per il Taranto che nelle ultime giornate, nonostante abbia allestito reparto offensivo di primissimo ordine (D’Agostino, Genchi, Favetta, Croce, Guaita e Oggiano), ha fatto fatica a centrare con puntualità la porta.

Il numero 1 dei campani è quel D’Agostino che l’anno scorso fu protagonista assoluto del match di andata – disputatosi proprio in questo periodo dell’anno allo Iacovone e terminato 1-1- con una serie di parate miracolose che in pratica costrinsero il Taranto ad un pareggio interno che nell’economia della stagione pesò non poco.

Dopo la beffa in Coppa Italia, di mercoledì a Fasano, dove hanno praticamente giocato tutti coloro che in campionato nell’ultimo turno avevano trovato poco spazio, il tecnico Panarelli, che sarà sostituito nuovamente in panchina dal suo vice-Triuzzi in quanto deve scontare l’ultimo turno di squalifica rinveniente dalla scorsa stagione, ha provato uomini e schemi in vista del match di domani in amichevole contro il Manduria, club di Promozione pugliese (match terminato 2-0 per i rossoblù con reti del difensore Russo e dell’attaccante Favetta).

Nell’undici titolare di domani potrebbe trovare spazio l’under Masi, migliore in campo in Coppa Italia ed impiegato sulla fascia sinistra come esterno di centrocampo, ruolo nel quale il Taranto appare scoperto visto che Ferrara è stato arretrato sulla linea dei difensori e D’Agostino riportato a ridosso delle punte nel caratteristico ruolo di trequartista.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)