Emiliano su ArcelorMittal: “Non vogliono decarbonizzare, questo è il problema”

 

"Non giudico la qualità dell'azienda ma i suoi programmi futuri sull'uso del carbone" ha affermato il governatore pugliese
pubblicato il 14 Ottobre 2019, 18:39
51 secs

Ho sempre detto che Arcelor Mittal era il peggiore acquirente perché il meno motivato all’innovazione tecnologica e alla decarbonizzazione. Se avesse ceduto ad un processo di decarbonizzazione reale, avremmo potuto avere maggiore possibilità di innovazione. Se dovesse cominciare questa processo evolutivo dal punto di vista tecnologico dovrebbe farlo in tutte le acciaierie europee di cui dispone. Invece Arcelor Mittal è un gigante prigioniero di se stesso“. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, torna ancora una volta a ribadire il suo punto di vista sullo stabilimento siderurgico di Taranto.

Non voglio assolutamente parlare della qualità aziendale di Arcelor Mittal – ha spiegato Emiliano – mi riferisco al suo posizionamento strategico che era completamente negativo rispetto all’innovazione tecnologica in termini di decarbonizzazione. Questa battaglia per la salute dei cittadini pugliesi sarà dura, – ha aggiunto il presidente – perché sono convinto che tutti questi giganti del carbone, dei rifiuti, del gas, che hanno interessi a continuare a fare il cavolo che vogliono, perché sennò costa troppo produrre o costa troppo ottenere determinati risultati economici, saranno tutti schierati in campagna elettorale, questo è bene che se lo ricordino i pugliesi. Andare in contrasto con queste persone è duro ed è per questo che avrò bisogno di un grande sostegno da parte di chi invece queste battaglie vuole farle fino in fondo, perché io le farò fino in fondo“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)