Arsenale MM, il Capo di Stato Maggiore: “Blocco turnover metterà in ginocchio Taranto”

 

L'ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, lo ha dichiarato durante cerimonia cambio vertice Comando in Capo Squadra Navale (Cincnav)
pubblicato il 13 Ottobre 2019, 19:51
2 mins

Il futuro dell’Arsenale della Marina Militare di TarantoQuesto blocco del turn over del personale è una cosa che effettivamente ci metterà in ginocchio, nel senso che quelle eccellenze che sono state sempre caratteristiche del binomio Arsenale-navi, e che hanno caratterizzato il nostro passato dando dei risultati di assoluto rilievo andranno perse“. E’ qaunto ha sottolineato il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, durante la cerimonia di cambio al vertice del Comando in Capo della Squadra Navale (Cincnav) svoltasi ieri.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2019/10/02/2larsenale-di-taranto-e-vivo-ma-va-aiutato/)

Perderemo queste capacità in house – ha spiegato l’ammiraglio – per andare a cercarle probabilmente fuori, con depauperamento delle conoscenze e perdita anche di posti di lavoro. È una cosa da studiare con attenzione. Io – ha precisato – ho rappresentato ovviamente la situazione a chi di competenza. Non è un problema militare, è un problema politico” ha spiegato Cavo Dragone. In caso di revisione della spesa militare, ha osservato l’ammiraglio, “sicuramente questa troverà posizionamento anche nell’ambito del personale, nell’ambito delle unità navali. Il processo di modernizzazione della flotta – ha rilevato Cavo Dragone – non è concluso. Questo è un messaggio che mi sento di dare, paragonato agli impegni che prendiamo e che il nostro Paese vuole che prendiamo“. “Le navi navigano col 10-15% di persone in meno – ha aggiunto – anche le navi moderne. Una riduzione che accettiamo, ma c’è una realtà di personale che sbarca da una nave e non va a rilassarsi per stare in famiglia ma imbarca su un’altra“. “L’85% – ha concluso – è formato da un’aliquota statica su una nave, e un’altra parte che viene da altre navi. Quindi ha un’usura fisiologica“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)