Truffa via mail: stiano attenti soprattutto gli anziani

 

pubblicato il 07 Ottobre 2019, 10:57
2 mins

“Buongiorno. Come stai? Ho un problema urgente a spiegarti . Contattami per e-mail discretamente perché sono irraggiungibili sul mio telefono in attesa di dirti”.
Leggendo questa mail, la prima reazione è quella del’incredulità. Ma come, possibile che l’abbia scritta proprio lui, quel vicino di casa con cui si appena terminato di discorrere al bar? Il tutto, per una buona mezzora di battute, di risate e di sfottò per la magra figura della squadra del cuore. Niente aveva lasciato trasparire nell’uomo quella preoccupazione di cui si legge nella mail appena ricevuta., Cosa è dunque questo “problema urgente” da spiegare discretamente, sempre per via telematica, perchè l’interlocutore è “irraggiungibili per telefono?”.
La curiosità è troppo forte, così da far sorvolare su quell’italiano alquanto zoppicante con cui è redatta la richiesta di soccorso. Ecco dunque partito l’”ok” per farci spiegare l’arcano. E questa è l’immediata risposta.: “Grazie di aver risposto. Ti scrivo in tutta discrezione perché quello che ho da spiegarti mi disturba molto. Sto in viaggio molto importante Ma le cose qui non sono andate in buon fine. In questo momento ho un delle difficoltà a gestire la situazione del mio soggiorno e il mio ritorno e ho bisogno di un prestito di 800 euro. Te li do dopo tre giorni al mio ritorno. ti dirò come fare. Attendo tua risposta e grazie infinite. Posso contare su di te?”
Il soggiorno? Ma di quale soggiorno si va cianciando se l’amico, che abita ad appena cinquanta metri, è stato appena accompagnato alla sua abitazione? E poi quegli 800 euro da prestare, che sarebbero stati restituiti tre giorni dopo, al suo ritorno! Era chiaro che si trattava di una truffa, mal riuscita, data le circostanze. Ed ecco la telefonata all’inconsapevole: “Senti, ma gli 800 euro, li vuoi a calci nel didietro oppure a sganassoni?” E giù, la risata! E subito, la spiegazione dell’arcano e i commenti al fiele sui genitori e sulla sorella sull’autore della mail. Conclusa la conversazione, ecco la segnalazione alla polizia postale sul tentativo di truffa che, sembra, non è così inusuale, con la raccomandazione della massima allerta a parenti e amici, specie se anziani.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)